martedì, 24 Novembre 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Meridiana vola via da Firenze,...

Meridiana vola via da Firenze, 150 lavoratori ”a piedi”

Da ieri gli aerei Meridiana Fly non atterrano più allo scalo fiorentino di Petola, ad eccezione di un singolo volo. La compagnia ha infatti deciso di dire addio a Firenze.

-

Da ieri gli aerei Meridiana Fly non atterrano più allo scalo fiorentino di Petola, ad eccezione di un singolo volo – quello per Cagliari – che viene però effettuato grazie al personale della base sarda. Il volo per Londra passerà invece ad Air Italy fino al 10 gennaio 2012. La compagnia ha infatti deciso di dire addio a Firenze.

CASSA INTERGRAZIONE E TRASFERIMENTI. A rischio ci sono 150 posti di lavoro, tra personale di bordo e piloti Meridiana: una parte di loro è in cassa integrazione, altri stanno per essere trasferiti fuori Toscana. “Il lavoro e il numero di passeggeri quindi potrebbe rimanere inalterato in aeroporto di Firenze, ma i lavoratori sarebbero comunque senza attività”, denuncia la Filt Cgil in una nota. Secondo la sigla sindacale sarebbe in corso contati tra Adf, la società che gestisce l’aeroporto di Peretola, e alcune compagnie per collegamenti verso Catania, Amsterdam e Albania.

SINDACATO. Filt Cgil chiede che “i lavoratori di Meridiana trovino ricollocazione al più presto sulla base di Firenze e che si apra un confronto serio con l’aeroporto di Firenze, compagnie aeree e istituzioni locali per trovare soluzioni che non disperdano la professionalità dei lavoratori e non aggravino il saldo negativo dell’occupazione nella nostra regione”.

Ultime notizie

Quanti contagiati oggi in Italia: crescono casi e morti per coronavirus

I dati del 23 novembre sui nuovi casi di coronavirus: quanti contagiati da Covid-19 ci sono oggi in Italia?

Natale 2020, 10 idee regalo a km 0 da ordinare online

La guida de Il Reporter per scegliere i 10 regali a km zero da comprare online per il Natale 2020

Decreto Ristori ter, quando il testo definitivo in Gazzetta Ufficiale (pdf)

Nuove risorse per il contributo a fondo perduto in favore delle attività chiuse e buoni spesa per le famiglie in difficoltà: il testo del "decreto ristori ter" presto in Gazzetta Ufficiale

Cosa succederà dopo il 3 dicembre con il nuovo Dpcm di Natale

Governo al lavoro sul nuovo decreto anti-Covid: spostamenti tra regioni, coprifuoco, impianti sciistici, apertura dei ristoranti la sera e feste in casa. Le ipotesi sul tavolo