sabato, 5 Dicembre 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Milano, Napoli e le altre:...

Milano, Napoli e le altre: l’Italia sta a guardare

Occhi puntati soprattutto su Milano, ma anche su Napoli e Cagliari, per questa seconda tornata elettorale, che si presenta come una sorta di referendum sul Governo. Affluenza in calo di sei punti.

-

Occhi puntati su Milano e Napoli, a poche ore dalla chiusura delle urne. Nelle due metropoli (così come in tutti gli altri comuni andati al ballottaggio) di vota fino alle 15 di oggi, subito dopo via agli scrutini. Alle 22 di ieri sera, in tutta Italia l’affluenza alle urne era in calo rispetto al primo turno: 43,51% contro il 49,67% di due settimane fa.

MORATTI-PISAPIA. La campagna elettorale milanese si è conclusa tra strali infuocati e accuse al vetriolo tra i due candidati. Letizia Moratti, che al primo turno ha raccolto meno del suo sfidante di sinistra, si dice comunque “ottimista sull’esito del voto”, convinta che queste due settimane spese a spiegare il suo programma e le differenze con quello dell’avversario Giuliano Pisapia, convinceranno gli elettori a riconfermarla alla guida della città. “Sono certa che i milanesi – ha detto la Moratti – messi in queste settimane in condizione di comprendere che noi abbiamo un programma basato sulla crescita, l’occupazione, lo sviluppo e il lavoro, mentre dall’altra parte c’è il blocco della città e nessun impegno a non alzare le tasse, capiranno le differenze”. Pisapia dal canto suo si dichiara soddisfatto della propria campagna elettorale “basata solo sui temi che interessano ai milanesi. L’unica cosa che non rifarei è il confronto col sindaco Moratti. Non perché non sia favorevole ai confronti, ma si fanno i confronti con le persone leali e non con le persone sleali come si è dimostrato il sindaco Moratti”. “Mai visti colpi così bassi”, gli dà manforte Emma Bonino. E da ora tutti in silenzio fino a lunedì. Piuttosto contenuto, nel capoluogo lombardo, il calo di affluenza: 53,19% contro il 53,56% del primo turno.

DE MAGISTRIS-LETTIERI. Difficile rimonta per il Pdl anche a Napoli, dove la strada avrebbe dovuto essere pressoché spianata. La sfida è tra il candidato di centrodestra Gianni Lettieri e quello dell’Idv Luigi de Magistris, forte di un’ottima performance al primo turno. Finale di campagna al vetriolo anche qui: oggi De Magistris annuncia che presenterà un esposto alla procura della repubblica di Napoli, “sia sul voto di scambio che stanno portando avanti persone vicine al candidato Lettieri, sia sul tentativo di strategia della tensione messo in atto da ambienti e personaggi che stanno sostenendo il centrodestra”. Il riferimento è in particolare all’incendio doloso che si è sviluppato nella sede del comitato elettorale di Lettieri. In netto calo l’affluenza alle urne alle 22 di ieri sera: a votare si era recato il 34,78 per cento degli aventi ditirro, contro il 41,28% del primo turno alla stessa ora.

ALTRI BALLOTTAGGI. Elettori richiamati alle urne per il ballottaggio anche a Cagliari e in sei Comuni dell’Emilia-Romagna, tra cui Rimini, Cattolica e Salsomaggiore Terme.

Ultime notizie

La Toscana cambia colore: cosa si può fare in zona arancione, le regole

La Regione Toscana muta colore, ma cosa cambia qual è la differenza tra zona arancione e zona rossa? Ecco tutte le novità e le regole da rispettare

Quante persone posso invitare in casa per il pranzo di Natale

Vietate le feste private, poche deroghe per gli spostamenti, forte raccomandazione su quante persone mettere a tavola: cosa dice il Dpcm di dicembre riguardo agli incontri in casa

Quanti contagiati oggi in Italia: tornano a salire i nuovi casi

I dati del 4 dicembre sui nuovi casi di coronavirus: quanti contagiati da Covid-19 ci sono oggi in Italia?

Covid in Toscana, oggi contagi in aumento: i dati del 4 dicembre

I numeri sull'andamento dei contagiati in Toscana: continua il saliscendi dei nuovi casi. I dati del bollettino del 4 dicembre 2020