lunedì, 25 Gennaio 2021
Home Sezioni Cronaca & Politica Mondiali di ciclismo: un sito,...

Mondiali di ciclismo: un sito, app e social per la viabilità in tempo reale

Per rendere più innovativo l'evento dei mondiali di ciclismo, è stato creato un sito internet www.imobi.fi.it in cui i cittadini possono andare a cercare tutte le informazioni di cui hanno bisogno, fra cui mobilità e meteo.

-

Un sito internet, ma non solo, in cui i cittadini possono andare a cercare tutte le informazioni di cui hanno bisogno, fra cui mobilità e meteo, in occasione dei Mondiali di ciclismo: è www.imobi.fi.it (nella foto), che è stato presentato oggi. 

L’INNOVAZIONE TECNOLOGICA. Il sito internet è ciò che tutti i cittadini potranno consultare per avere informazioni in tempo reale. In occasione dei Mondiali di Ciclismo in Toscana, spostarsi sarà più difficile e per questo il sito conterrà mappe interattive dove visualizzare con facilità i percorsi di gara, le strade chiuse, le modifiche ai sensi di marcia, i varchi ZTL, i parcheggi e i campeggi presenti sul territorio. Inoltre sempre su  www.imobi.fi.it è possibile accedere a RSS del quotidiano online MET, a Servizio Tg Traffico e alla pagina Info Traffico. I social network saranno sempre in costante aggiornamento, basta andare sulla pagina Facebook ”Tg Traffico” o su Twitter tramite gli hashtag come #traffico #viabilità #code #mondiali o tramite @tgtraffico. Infine è possibile scaricare la app ”imobi.fi.it” per smartphone e tablet, sui market Apple e Android, dalla quale avere informazioni aggiornate o dalla quale collegarsi ai notiziari del Tg traffico. 

CONFERENZA STAMPA. Tutto questo è stato presentato oggi a Palazzo Medici Riccardi, in una conferenza stampa cui sono intervenuti l’assessore allo sport della Provincia di Firenze Sonia Spacchini, il responsabile della Protezione civile provinciale Paolo Masetti e il responsabile dell’ufficio sistemi informatici della provincia, l’ingegnere Jurgen Assfalg. ”I cittadini vanno informati e noi indichermo loro come muoversi – ha detto l’assessore Spacchini – abbiamo anche predisposto dei percorsi preordinati immaginando il punto di partenza e il punto di arrivo”. L’assessore ha concluso il suo intervento con un invito rivolto a tutti i cittadini a diffondere informazioni corrette e a usufruire dei mezzi pubblici, che sono stati incrementati per l’occasione. ”E’ necessario che ci sia piena collaborazione da parte dei cittadini – ha aggiunto Masetti – e che siano disposti a cambiare le loro abitudini in quei giorni. Bisogna prendere atto del fatto che in quella settimana ci potremo muovere molto meno e in maniera diversa ma l’evento è bello e importante. La variazione della mobilità è una variazione delle abitudini”. L’ingegnere Assfalg si occupa della parte più concreta, ossia i dispositivi mobili, i social e le app: ”In tutto il periodo del mondiale – ha spiegato – saranno attivate le informazioni più utili tra cui una sorta di ‘scacchiera’ per la viabilità e il movimento. Ci sarà pure una mappa navigabile e interattiva, stile Google Maps”.

I cantieri: Mondiali, lavori notturni in via Guido Monaco

Ultime notizie

Quanti contagiati oggi in Italia: i dati delle ultime 24 ore per regione

I dati del 25 gennaio dal bollettino sul coronavirus: quanti contagiati da Covid-19 ci sono oggi in Italia e quanti morti?

Quante persone possono entrare in un negozio: come calcolare il numero massimo

Come calcolare il numero massimo di persone ammesse in un negozio: le regole anti-Covid del nuovo Dpcm, dal cartello a quanti clienti possono entrare per metro quadrato

Quando il cambio di colore delle regioni: ogni quanto vengono decisi i colori Covid

Permanenza più lunga in zona arancione e rossa: quando viene deciso il cambio di colore delle regioni italiane e quando cambiano effettivamente i colori, con l'entrata in vigore dell'ordinanza

Zona rosso scuro: cosa significa per chi vuole viaggiare in Europa e Italia

Nella "mappa" dell'Europa arriva una nuova zona, rosso scuro, con limitazioni per chi vuole viaggiare: cosa significa e cosa cambia nelle regioni italiane che finiranno in questa fascia di rischio