giovedì, 26 Novembre 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Monte Morello, recupero fonti

Monte Morello, recupero fonti

approvato il progetto di recupero delle fonti storico di monte morello

-

Nel corso dell’ultima seduta, la giunta provinciale ha approvato il progetto definitivo ed esecutivo relativo ai servizi per il recupero, la conservazione idrica e la fruibilità delle aree poste in prossimità delle fonti storiche di Monte Morello. Il progetto, redatto dall’architetto Roberto Folini, prevede lavori che ammontano complessivamente a 650mila euro. “Questi lavori – ha specificato il presidente della provincia, Matteo Renzi – vanno ad aggiungersi ai tanti interventi in materia ambientale che sono stati previsti nella zona della Piana e del Monte Morello, come ad esempio la realizzazione di un parco periurbano tra Firenze, Sesto Fiorentino, Campi Bisenzio e Calenzano”.
“Gli interventi di ripristino ambientale in questo territorio – aggiunge il Vicepresidente della Provincia di Firenze, Andrea Barducci – svolgono una funzione di volano per il recupero di tutta la Piana Fiorentina. La riqualificazione delle fonti storiche di Monte Morello va di pari passo con il progetto del Parco della Piana dove sono previsti anche interventi di forestazione urbana legata alla rete dei corsi d’acqua, dei canali e delle strade”.

Sono 11 le aree che saranno sottoposte agli interventi di recupero e conservazione: Fonte di Vecciolino (comune di Sesto Fiorentino); Fonte di Lanciano (comune di Sesto Fiorentino); Area delle Fonti di Seppi (due fonti) (comune di Sesto Fiorentino); Area delle Fonti Benedette (due fonti) (comune di Sesto Fiorentino); Fonte di Fontecchio Alta (comune di Sesto Fiorentino); Area di Fontecchio (comune di Sesto Fiorentino); Fonte di Ca’ dei Balzi (comune di Sesto Fiorentino); Fonte di Cascina (comune di Sesto Fiorentino); Fonte di Morlione (comune di Vaglia); Fonte di Colle di Rio (comune di Vaglia); Fonte Letizia/Pescina (comune di Vaglia).

 

Il progetto prevede che in una prima fase su ciascuna area venga effettuato un intervento accurato di pulizia attraverso la raccolta e lo smaltimento dei numerosi rifiuti presenti e il taglio della vegetazione infestante, inoltre verrà ripristinata la fauna dell’ecosistema. In un secondo momento, i lavori si concentreranno sulla realizzzazione di strati drenanti in modo da poter gestire l’acqua piovana in eccedenza. La sistemazione delle aree sarà completata dall’installazione di opportune recinzioni in legno, inoltre i  percorsi saranno pavimentati con materiali ecocompatibili ed accessibili agli utenti con una ridotta capacità motoria e/o disabili. Ciascuna area sarà quindi attrezzata con tavoli, panchine, cestini per rifiuti, anche questi realizzati con materiali ecocompatibili. In ciascuna delle aree da valorizzare sono previste opere di miglioramento della captazione delle acque sorgive, alla eventuale realizzazione di fonti e vasche di raccolta.

Ultime notizie

Le carte da gioco del Covid, l’idea di 4 amiche “positive”

Dall'idea di quattro amiche risultate positive al Covid, nascono le carte da gioco, "Le recluse", rivisitazione delle napoleane

Spostamenti tra regioni vietati per Natale e Capodanno: Dpcm 3 dicembre verso il divieto

Si va verso il divieto di spostamenti tra regioni nel nuovo Dpcm che detterà le regole per Natale, Capodanno e le festività

Quarantena per chi torna dai viaggi all’estero a Natale

Allo studio l'ipotesi di obbligare a 14 giorni di quarantena chi torna in italia da viaggi all'estero nel periodo di Natale

Fiorentina avanti in Coppa Italia grazie a Montiel

German Pezzella ricorda Diego Armando Maradona