venerdì, 22 Ottobre 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaMostra dell'Artigianato, arrivederci al prossimo...

Mostra dell’Artigianato, arrivederci al prossimo anno

Si è chiusa ieri sera alla Fortezza da Basso la 76esima edizione della Mostra Internazionale dell’Artigianato, con il tutto esaurito all’interno dei padiglioni e nei piazzali esterni. Presenza-record di visitatori: sono stati 125mila.

-

La mostra dell’artigianato dà l’arrivederci al prossimo anno. Si è chiusa ieri, alla Fortezza da Basso, la Mostra Internazionale dell’Artigianato nuemro 76. Ieri è stato registrato il tutto esaurito all’interno dei padiglioni e nei piazzali esterni. Sabato si erano invece contate oltre 15mila presenze, che si sono assommate alle migliaia e migliaia di visitatori dei giorni scorsi con punte massime il 25 aprile, dove è stata raggiunta quota 25.000.

LA MOSTRA. “La mostra è andata oltre le aspettative – ha commentato Antonio Brotini, presidente di Firenze Fiera – un successo che conferma come l’artigianato di qualità a Firenze riesca a mantenere inalterata la sua forza di attrazione e il suo appeal e la mostra, che quest’anno si è avvalsa del contributo progettuale ed organizzativo di importanti realtà imprenditorali ed istituzionali, possa concretamente rappresentare un appuntamento annuale importante per il lancio di nuove idee ed opportunità e per lo sbocco di professioni future”.

ESPOSITORI. Soddisfazione generale è stata espressa anche dagli espositori presenti, sia per le vendite e gli affari chiusi che per le numerose trattative avviate durante la manifestazione. “La ricerca della qualità in tutti i settori e, nel nostro specifico, l’eccellenza della cultura enogastronomica, è stata premiata con la grande affluenza al temporary store Fior Fiore”, dichiara Claudio Vanni,  Responsabile Relazioni Esterne Unicoop Firenze.

ARTIGIANATO ARTISTICO. “Quest’anno Botteghe d’Art ha avuto un successo senza precedenti – spiega Enrica Paoletti, direttrice della Fondazione di Firenze per l’Artigianato Artistico – sia per la location, nel piazzale centrale, più visibile e appetibile rispetto alle scorse edizioni, sia per l’interesse suscitato dalle lavorazioni da vivo e dai laboratori didattici, presi d’assalto dai visitatori”.

NUMERI. Alla partecipazione di oltre 800 espositori (dei quali 200 dall’estero), ha corrisposto una presenza record di visitatori che hanno raggiunto le 125.000 unità, con oltre il 30% di incremento dei paganti.

Ultime notizie