lunedì, 12 Aprile 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaNasce ''Aiuto Farmaci'', per dare...

Nasce ”Aiuto Farmaci”, per dare una mano a chi non può permetterseli

Stipulato un accordo tra la Misericordia di Firenze e il Centro Missionario Medicinali della Diocesi per la raccolta di farmaci non scaduti, ma non più utilizzati dalle famiglie. Ecco come fare per dare una mano.

-

La Misericordia di Firenze, da oggi, dà il suo sostegno per la raccolta di medicinali non scaduti da distribuire a chi non si può permettere di acquistarli.

L’ACCORDO. Sono sempre di più, infatti, le persone per le quali curarsi sta diventando un lusso: ecco perché la Misericordia di Firenze ha stipulato un accordo con il Centro Missionario Medicinali della Diocesi per la raccolta di farmaci non scaduti, ma non più utilizzati dalle famiglie, come scatole aperte e blister integri, denominato “Aiuto Farmaci”.

RACCOLTA. Nei giorni scorsi sono stati posizionati alcuni appositi box di raccolta nelle strutture dell’Arciconfraternita (nella sede di piazza Duomo, nelle Sezioni di Oltrarno, Mille e Ponte di Mezzo e nei locali degli Ambulatori di vicolo degli Adimari 1, di viale dei Mille 32, di via del Sansovino 176 e di piazzetta Valdambra 8). Quando il contenitore sarà pieno i farmaci verranno portati al Centro Missionario in via degli Agli.

DIFFICOLTA’. “I nostri volontari sono impegnati quotidianamente nell’assistenza e nel sostegno alle persone in difficoltà, non potevamo di certo esimerci da questa iniziativa – ha detto il Provveditore della Misericordia di Firenze Andrea Ceccherini -. Certo del grande cuore di questa città, invito i fiorentini ad aiutarci a raccogliere i medicinale affinché possano essere donati a chi non può permettere di curarsi”. Il Centro Missionario Medicinali della Diocesi raccoglie dagli anni Ottanta, farmaci, presidi medico-chirurgici e prodotti per l’infanzia da inviare a operatori sanitari e strutture missionarie nel Sud del Mondo, in Europa Orientale, ma anche da distribuire a Firenze.

Ultime notizie