lunedì, 27 Settembre 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaNeve o ghiaccio? Ecco cosa...

Neve o ghiaccio? Ecco cosa fare

Presentata una piccola guida della Protezione civile con i consigli essenziali da tenere bene a mente, che sarà presto disponibile anche nel sito istituzionale della Provincia. La pubblicazione fornisce ai cittadini le norme di comportamento essenziali in caso di precipitazioni nevose.

-

Si va dalle cose più banali, come l’invito a evitare gli spostamenti in auto se non si hanno pratica e equipaggiamenti adeguati e a tenere sempre pronte catene o gomme da neve, a indicazioni più speciche su come usare il sale per sciogliere il ghiaccio o prevenirne la formazione. Oppure si ricordano cose semplici ma che troppo spesso vengono dimenticate: come la precauzione di fasciare per tempo i contatori dell’acqua (7.100 quelli cambiati da Publiacqua nei giorni del gelo di Natale) o la raccomandazione a tenersi informati sulla viabilità attraverso gli organi di informazione radiotelevisivi e la lettura dei pannelli a messaggio variabile.

Per affrontare la nuova emergenza freddo attesa per il fine settimana, che sarà comunque di portata inferiore rispetto alle ultime previsioni, Protezione civile, Comune e Provincia di Firenze e Publiacqua hanno illustrato oggi una serie di raccomandazioni rivolte ai cittadini. “Per la prima volta – ha detto Erasmo D’Angelis, presidente di Publiacqua – c’é un coordinamento tra tutte le strutture. Noi abbiamo annullato ferie e permessi e il nostro personale sarà a lavoro e a disposizione dei cittadini. Dobbiamo evitare la rottura dei contatori, ma occorre cooperazione da parte dei cittadini. Lo scorso 23 dicembre si sono rotti 7.100 contatori, oltre 800 nell’area di Firenze e abbiamo speso per ripararli 150 mila euro. Può essere sufficiente coprirli con un panno o con il polistirolo“.

Nei giorni di sabato 9 e domenica 10 gennaio, è stato spiegato, sono attese precipitazioni nevose (fino a 5-10 cm) sulle zone collinari sopra i 300-400 metri e le temperature potranno raggiungere i meno tre gradi nelle ore notturne. Per quanto riguarda invece la pioggia è stata emessa un’allerta meteo dalle 00.00 di oggi fino alla stessa ora di domenica: sotto osservazione ci sono i corsi d’acqua ed in particolare quelli che negli ultimi giorni hanno superato il primo livello di guardia come Arno, Ombrone e Bisenzio. C’é anche un’allerta per il vento forte dalle 12 di sabato alle 00.00 di domenica.

“Non vogliamo lanciare messaggi di allarme – ha detto Luigi Brandi, dirigente Direzione difesa del suolo e Protezione Civile della Provincia -. Le ultime previsioni ridimensionano il rischio neve e il rischio ghiaccio per il fine settimana: oggi si parla di temperature tra lo zero il meno 3 e di precipitazioni nevose al massimo di 1-2 cm su Firenze e di 5-10 sul Mugello. In ogni caso il piano di emergenza è pronto e, ad esempio, come provincia abbiamo predisposto 500 tonnellate di sale. Per il rischio idraulico – ha aggiunto -, nelle 48 ore, ci aspettiamo una consistente precipitazione, intorno agli 80-100 millimetri”.

“Siamo pronti a fronteggiare i diversi casi – ha proseguito Giovanni Menduni, direttore generale del Comune -, anche per aiutare le persone più deboli della popolazione, come i senza casa e gli anziani. Teniamo poi sotto controllo la viabilità, i nodi fondamentali e le reti di distribuzione. Il Comune è fortemente impegnato – ha concluso -: c’é un tavolo tecnico assieme alla Provincia e a tutti i soggetti interessati che è riunito in modo permanente”.

Ultime notizie