venerdì, 24 Settembre 2021
HomeSezioniCronaca & Politica«No Ticket non Parti»

«No Ticket non Parti»

Al via la nuova campagna di prevenzione dal nome «No Ticket NON Parti», volta ad informare i passeggeri, offrire la possibilità di acquistare il biglietto prima di salire sul bus e, infine, sanzionare i più testardi.

-

“NO TICKET NON PARTI”. Se non hai il biglietto non puoi salire sull’autobus. E’ stata presentata stamani, 21 luglio, in piazza San Marco, la nuova campagna di prevenzione «No Ticket NON Parti», che prevede un servizio di pre-filtraggio alle fermate dei mezzi Ataf: a partire da domani, i dipendenti dell’Ataf chiederanno ai passeggeri in attesa alle fermate dei bus se hanno il biglietto necessario per salire a bordo, indossando pettorine e distribuendo gadget con la scritta “No Ticket NON Parti”,.

TRA PREVENZIONE E VERIFICA. Una vera e propria operazione di “presidio” di tutte le fermate più frequentate della rete urbana dell’Ataf. Le squadre, che saranno composte da due dipendenti volontari e da un verificatore, venderanno biglietti senza maggiorazione ai passeggeri che dichiarino di non esserne in possesso. Una campagna all’insegna della prevenzione, per informare i passeggeri e offrire loro la possibilità di mettersi in regola acquistando il biglietto. Tuttavia, se alle sollecitazioni dei 2 volontari i passeggeri non risponderanno acquistando il biglietto, essi subiranno inevitabilmente una sanzione: i verificatori presenti in ogni squadra, infatti, svolgeranno operazioni di verifica sia a terra sia a bordo dei mezzi.

DOVE INFORMARSI. I passeggeri potranno trovare informazioni su “No Ticket NON Parti” ad ogni fermata, dove saranno appesi cartelli informativi redatti in nove lingue: italiano, inglese, francese, tedesco, spagnolo, rumeno, serbo-croato, cinese e arabo.

CONTRO L’EVASIONE. La campagna di educazione e prevenzione, presentata questa mattina a piazza San Marco, è solo la prima di una serie di misure organizzata dall’Ataf per prevenire e reprimere l’evasione: entro settembre i “controllori” in servizio raddoppieranno, passando da 24 a 48. Si sta inoltre preparando un’azione specifica per i comuni di Campi Bisenzio e Sesto Fiorentino, in collaborazione con le amministrazioni comunali. E’ infine già pronta la nuova campagna contro gli evasori: sugli autobus saranno appesi cartelloni preventivi per ricordare ai passeggeri quanto possa essere caro non possedere il titolo di viaggio necessario. Viaggiare senza biglietto può costare fino a 240 euro!

Ultime notizie