La pista sorgerà nell’area che delimita un’ampia vasca destinata all’accumulo delle acque, posta fra il torrente Greve e via Simone Martini. Il percorso corre lungo il perimetro della vasca di esondazione per uno sviluppo complessivo di circa 450 metri, largo 6 metri.I lavori termineranno entro la fine di novembre e sono stati effettuati dall’impresa Firenze Lavori srl di Scandicci, per un importo complessivo di 250 mila euro.

“Sono molto soddisfatto – ha detto l’assessore allo sport Eugenio Giani al termine del sopralluogo compiuto per verificare il procedere dei lavori – per lo stato di avanzamento dei lavori. Il manto di asfalto è già stato posato così come tutte le altre opere accessorie. Manca solo la recinzione e due cancelli per evitare un uso non consono allo scopo. Questa pista nasce dell’esigenza di promuovere e rilanciare l’attività ciclistica fra i giovanissimi, che difficilmente si avvicinano a questa disciplina perché in città non vi sono zone per potersi allenare in sicurezza. In questo modo la società Itala, che opera nel Quartiere 4 e che ha recentemente festeggiato il centenario della fondazione, potrà avere nuovo impulso e potrà raccogliere nuove adesioni. In questi giorni ho parlato col ct della nazionale di ciclismo Franco Ballerini che mi ha assicurato la sua presenza alla cerimonia di inaugurazione”.