Inizialmente il servizio sarà attivo solo nei quattro Pad principali: al Quartiere 2 in piazza Alberti, al Quartiere 3 in via del Tagliamento, al Quartiere 4 in via Canova e a quello 5 in via Bini.

Ai Pad saranno attivi anche i servizi per i certificati di stato civile (nascita, matrimonio, morte), il rilascio di altre tipologie di certificati di anagrafe, le attestazioni di iscrizione anagrafica o attestati di soggiorno per i cittadini comunitari e le iscrizioni dei cittadini italiani, come il cambio di residenza da altro comune o dall’estero. I cittadini stranieri che devono fare la richiesta di residenza, invece, dovranno continuare a recarsi in via del Leone.

L’assessore De Siervo ha ricordato anche che è in fase di passaggio al Pad di Palazzo Vecchio la gestione della CIE e che è in corso la formazione pratica di operatori.

“Questa nuova fase di trasferimento di servizi dal settore anagrafe e dello stato civile al decentramento, finora svolte centralmente dalla direzione servizi demografici – ha spiegato l’assessore Lucia De Siervo – nasce da un impegno forte di sviluppo organizzativo e ed informatico. L’obiettivo è avvicinare la pubblica amministrazione ai cittadini, così da rendere più agevole e migliore un servizio ai cittadini evitando tra l’altro i flussi di mobilità verso il centro“.

“Si aggiunge infine che nel gennaio 2009 – ha concluso De Siervo – è prevista la realizzazione di uno Sportello Unico Immigrazione in cui, oltre all’iscrizione anagrafica dei cittadini comunitari e stranieri, saranno offerti anche servizi di informazione e orientamento, di supporto ed assistenza per le problematiche inerenti permessi di soggiorno, ricongiunzioni familiari, richiedenti asilo e rifugiati nonché inerenti il procedimento di attestazione dell’idoneità alloggiativi”.