L’oggetto trafugato conteneva un’ostia consacrata. Questi i fatti: un giovane che indossava un casco è entrato nella chiesa dove una suora e una fedele si trovavano in adorazione del Sacramento esposto sull’altare con l’ostensorio e, con uno scatto, l’ha rubato.

Si tratta di un ostensorio del ‘900, che dunque è stato portato via dalla chiesa del Corpus Domini presso il convento delle Carmelitane, in via Rucellai. L’oggetto sacro che è stato rubato è cesellato in oro e argento con alcuni smeraldi rosa, e vale circa 8mila euro. Sul posto è intervenuta la polizia.