venerdì, 3 Dicembre 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaPanettone batte pandoro. Firenze è...

Panettone batte pandoro. Firenze è l’ottava provincia più golosa d’Italia

Sono quasi 112mila le famiglie fiorentine che porteranno in tavola, per le prossime feste natalizie, dolci artigiani made in Italy, preferendoli ai prodotti industriali.

-

Sono quasi 112mila le famiglie fiorentine che porteranno in tavola, per le prossime feste natalizie, dolci artigiani made in Italy, preferendoli ai prodotti industriali. E’ quanto emerge da un’indagine dell’Ufficio Studi di Confartigianato Imprese Firenze sull’intero territorio provinciale.

MEGLIO ARTGIANALE. Il 25,5% della popolazione fiorentina preferisce i dolci natalizi realizzati da 525 pasticcerie, cioccolaterie e panifici artigiani attivi sul territorio. Per questo Firenze si presenta come l’ottava provincia più golosa di specialità artigiane legate alle prossime festività (la prima, a livello nazionale, è Milano). E nell’eterna lotta tra sostenitori del panettone e golosi di pandoro, la spuntano i primi, ma per un soffio: a Firenze e provincia, la vendita di panettoni (56% del totale) supera quella dei “cugini” pandori.

SEGNO MENO PER I DOLCI ACQUISTI. La crisi ha ”rosicchiato” un po’ i consumi di dolci artigiani: sono in calo rispetto al 2010 del 6,5%. Il numero di imprese del settore rimane però stabile. Secondo i dati di Confartigianato i prezzi di panettoni e pandoro, ma anche delle altre specialità tradizionali tipiche della Toscana, sono sotto controllo, nonostante i forti rincari delle materie prime, come zucchero, farina e burro.

CARO-PANETTONE? “I pasticceri artigiani – dice l’associazione – si sono impegnati a contenere gli aumenti al 2,6%, quasi un punto in meno rispetto al 3,2% del tasso di inflazione registrato a Firenze nello stesso periodo”. I prezzi oscillano tra 17 e 28 euro al chilo per i panettoni, da 14 a 30 per i pandori e dai 20 ai 32 per i ricciarelli.

Ultime notizie