L’appuntamento per gli amanti dei pennuti è dunque al complesso sportivo militare di viale Malta 10 sabato 8 e domenica 9 novembre, con la mostra organizzata dall’Associazione Fiorentina Ornitologica. “La Mostra Ornitologica Nazionale torna a Firenze dopo quattordici anni e già questo è un evento – ha sottolineato il presidente dell’Afo Benedetto Bianco –. Al di là dell’aspetto «agonistico» della manifestazione, per noi allevatori è molto importante fare avvicinare a questo mondo coloro che credono che gli uccelli siano maltenuti o sfruttati, tenuti in prigionia. Dimostrare che l’allevamento di canarini, fringillidi, pappagalli è innanzitutto un hobby che ci appassiona e, come tale, richiede molti sacrifici ed anche un po’ di conoscenze scientifiche. La prevenzione delle malattie, la cura dei soggetti più deboli richiedono anche alcune, semplici, nozioni tecniche che diventano più specialistiche per chi vuole impegnarsi nell’ibridazione e nella selezione dei soggetti”.

La mostra, che ha ricevuto anche il patrocinio del Comune di Firenze, sarà allestita nei locali della palestra e saranno esposti Canarini (di forma e posizione, arricciati e lisci e di ben 90 tipologie di colore), ibridi, esotici (Padda, Passero del Giappone, Diamanti Mandarini, di Gould, Guttato e Codarossa), indigeni (Verdoni, Cardellini, Lucherini, Organetti, Fringuelli, Cardinalini del Venezuela), Colombi, Quaglie, ibridi, ondulati, psittacidi (Agapornis, Ara, Parrocchetti Australiani). Duecentocinquanta diverse categorie di uccelli con oltre mille esemplari esposti e la partecipazione di due gruppi di allevatori provenienti dall’Emilia Romagna e dalla Campania (complessivamente, con 250 esemplari).

Per questa edizione della Mostra Ornitologica Nazionale, riflettori puntati sul “Fiorino”, una delle quattro razze italiane di canarino, selezionata proprio a Firenze da due esperti allevatori: Umberto Zingoni e Michele Del Prete e riconosciuta a livello internazionale dalla C.O.M. (Confederation Ornithologique Mondiale). Sarà assegnato il “1° Trofeo Il Canarino Fiorino” che premierà la coppia di Fiorini, uno a testa liscia e uno a testa ciuffata, che avrà ottenuto il maggior punteggio. Durante la mostra sarà anche presentato ufficialmente il nuovo “Club del Fiorino” che ha già raccolto una trentina di iscritti. Sabato e domenica prossimi la mostra sarà aperta anche al pubblico (biglietto di ingresso di 2 euro per gli adulti e di 1 euro per i ragazzi).

Sono in programma le visite di alcune scolaresche ed iniziative con i più giovani, per avvicinarli al mondo dell’avifauna e dell’allevamento amatoriale. In particolare, grazie ad il gioco didattico-educativo “Io lo farei così e tu?” dedicato ai ragazzi fino a 14 anni di età, saranno spiegate le nozioni fondamentali della selezione della specie e delle mutazioni genetiche che sono alla base dell’allevamento amatoriale e professionista. Ispirandosi ad alcuni pannelli che riproducono soggetti ancestrali, selezionati per colori e mutati di Canarini e Agapornis i ragazzi delle scuole elementari e delle medie coloreranno i propri esemplari. Potranno riconsegnare i lavori agli organizzatori durante la mostra o spedirli alla sede dell’AFO entro il 15 novembre. I lavori più originali saranno premiati con un diploma ed una medaglia e dieci elaborati saranno pubblicati sul sito dell’Afo.

Questo il programma della mostra:

Venerdì 7 novembre: visita delle scuole.
Sabato 8: inaugurazione della mostra e apertura al pubblico (dalle 10,30 alle 18,30).
Domenica 9: apertura al pubblico e premiazioni (dalle 9 alle 17,30).