Fiducia ad Alberto Consigli. A confermarla al suo capogruppo è stato il Pd al Consiglio comunale di Firenze, al termine di una lunga riunione. Da qualcuno era stata prospettata l’ipotesi di dimissioni per il capogruppo del Pd, che era stato coinvolto in alcune intercettazioni telefoniche legate alla vicenda Castello.

Vicenda per cui Formigli non è indagato, a differenza di un’altra inchiesta della procura sull’edilizia in città, che lo vede appunto tra gli indagati. Ora per lui è stata confermata la fiducia del suo partito: Formigli andrà dunque avanti nel suo incarico.

Così i consiglieri del gruppo Pd: “Non esiste un problema Formigli. Il gruppo del Partito Democratico ha ribadito ancora una volta totale fiducia nel proprio capogruppo con cui ha sempre condiviso scelte e linea politica. I consiglieri del gruppo del Partito democratico hanno ribadito la volontà di continuare fino alla fine del mandato quel lavoro collegiale e partecipato che ne ha caratterizzato finora l’azione politica».