Non più una “piazza spezzatino”, divisa da strade e parcheggi, ma un unico spazio che andrà dal sagrato della chiesa al lungarno, allungandosi anche davanti al porticato dei negozi.

È stata presentata la riqualificazione di piazza dell’Isolotto: il progetto esecutivo, ossia quello che precede i cantieri veri e propri, arriva dopo un lungo percorso di partecipazione nato nel 2013 e che ha portato poi a scrivere le linee guida seguite per il bando di progettazione.

Cosa prevede il progetto

Il progetto vuole ricucire i vari spazi della piazza, ridistribuendo i posti auto tutto intorno. Dalla chiesa al lungarno dei Pioppi il lastricato sarà continuo, senza scalini, ostacoli e barriere architettoniche: di fatto si unisce il sagrato alla piazza. Previsto anche un percorso per “guidare” pedoni e biciclette verso la passerella delle Cascine.

Guarda la gallery con tutti i rendering del progetto per piazza dell’Isolotto

La tettoia diventa più grande per ospitare al mattino il mercato degli ambulanti, ma la pensilina sarà attrezzata anche per poter essere uno spazio di eventi nelle altre ore del giorno. Arrivano poi una nuova area giochi per bambini che sfrutta la zona verde di fronte alla chiesa, cassonetti interrati e un fontanello di acqua potabile di alta qualità, oltre ai servizi igienici.

I temi al centro della discussione

Rimangono ancora alcuni nodi da sciogliere, legati alle osservazioni arrivate dai cittadini durante la presentazione pubblica del progetto. Nelle prossime settimane saranno approfondite diverse questioni: il posizionamento dei banchi degli ambulati non alimentari, gli spazi per lo stoccaggio merci dell’ortofrutta e anche il doppio senso di marcia in via delle Magnolie.

Quando partiranno i lavori in piazza dell’Isolotto

Per il progetto il Comune di Firenze ha stanziato 3 milioni di euro, triplicando i fondi a disposizione rispetto a quanto previsto inizialmente. Entro la fine del 2018 sarà indetta la gara di appalto per affidare i lavori. Se tutto andrà come previsto i cantieri potrebbero partire il prossimo anno.

“Siamo fieri di poter finalmente procedere alla riqualificazione non solo di una piazza ma di un intero rione di cui la piazza è il fulcro principale – commenta il presidente del Quartiere 4 Mirko Dormentoni – questo dimostra la volontà concreta del Q4 e di questa amministrazione di investire sulla nostra periferia che è sempre di più una delle parti più vivibili della nostra città”.