sabato, 26 Settembre 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Piazza Pitti, pedonalizzazione sì ma...

Piazza Pitti, pedonalizzazione sì ma soft

Sarà una pedonalizzazione di tipo B (ma non di serie B), quella di piazza Pitti e via Guicciardini, probabilmente, il che significa che il transito sarà vietato solo alle auto dei non residenti, mentre potranno passare residenti, bus e bussini. Stessa cosa per via Tornabuoni.

-

 

Sarà una pedonalizzazione di tipo B (ma non di serie B), quella di piazza Pitti e via Guicciardini, probabilmente, il che significa che il transito sarà vietato solo alle auto dei non residenti, mentre potranno passare residenti, bus e bussini. Stessa cosa per via Tornabuoni.

SOFT. Abbandonata l’idea di una “pedonalizzazione stretta”, in stile piazza Duomo e via Martelli: chiudere via Guicciardini significherebbe infatti precludere una buona parte del centro all’accesso, residenti compresi, e costringere le persone a lunghissimi giri in auto o con i mezzi. In questo modo, invece, il traffico verrebbe comunque alleggerito, senza troppi disagi ai residenti.

5MILA AUTO. “Ogni giorno transitano da piazza Pitti 5mila auto”, ha dichiarato oggi il sindaco Matteo Renzi. Al vaglio anche l’ipotesi di eliminare gli autobus e sostituirli con bussini elettrici.

TORNABUONI. La stessa cosa dovrebbe succedere in via Tornabuoni, via della moda fiorentina. “A chiederci di pedonalizzare non sono i residenti – ha ribadito oggi l’assessore alla mobilità Massimo Mattei – è la Storia”.

Ultime notizie

Cosa fare a Firenze nel weekend: gli eventi del 26 e 27 settembre

Bancarelle, vintage, fiere, spettacoli e musei a 1 euro: il meglio del programma per l'ultimo fine settimana di settembre

Giornate europee del patrimonio 2020: musei a 1 euro a Firenze e in Toscana

Visite guidate gratis, eventi e aperture serali dei musei a un prezzo simbolico: cosa vedere in Toscana per le Gep 2020

Spid, cos’è e come richiedere il “codice” per i bonus di Inps e governo

Un solo nome utente e una sola password per accedere a tutti i siti: da quelli statali alle Regioni fino ai servizi comunali. Ecco la procedura per richiedere le credenziali uniche

Pin Inps addio: dal 1° ottobre serve lo Spid per richiedere i servizi online

Un piccola rivoluzione per l'accesso al portale dell'Istituto di previdenza: non si potrà più richiedere il Pin