sabato, 27 Febbraio 2021
Home Sezioni Cronaca & Politica Pirati della strada, Toscana seconda

Pirati della strada, Toscana seconda

La Toscana si piazza al secondo posto nella poco onorevole classifica dei casi di pirateria stradale: l'11,5% degli episodi accaduti in Italia, nel 2008, sono avvenutinella regione. Peggio della Toscana solo la Campania. Terza l'Emilia Romagna.

-

Pirati della strada, la Toscana al secondo posto in Italia per i casi avvenuti nel 2008. E non è un piazzamento che fa onore alla regione. Sono stati 323 gli episodi di pirateria stradale osservati dall’Osservatorio “Il Centauro-Asaps” nel 2008: episodi che hanno causato 93 morti e 331 feriti.

Il 77,1% degli autori è stato poi smascherato, ma il 22,9% è rimasto ignoto. Su tutti questi eventi pesa l’ombra di alcol e droghe: in 109 casi (43,8%) ne è stata accertata la presenza.

Poi la geografia degli episodi, che vede al primo posto la Campania (12,1%), seguita appunto da Toscana e Emilia Romagna (11,5% e 11,1%). Due soli casi in Umbria e Valle d’Aosta, uno in Basilicata.

Ultime notizie

Contro l’Udinese nella Fiorentina rientra Ribéry

Probabile l’utilizzo anche di Kokrin, assente Bonaventura: le probabili formazioni di Udinese - Fiorentina

Covid Toscana, casi ancora sopra ai 1.200: i dati del 26 febbraio

I dati del bollettino Covid della Toscana del 26 febbraio: casi di coronavirus ancora sopra quota 1200, preoccupazione per la zona rossa

Riapertura palestre, via libera alle lezioni individuali: cosa significa

Il nuovo protocollo del Cts apre alle lezioni individuali per la riapertura delle palestre: quali sono, cosa significa e da quando

Slitta ancora la riapertura delle palestre: oggi si decide fino a quando restano chiuse

Oggi la decisione sulla riapertura delle palestre: almeno un altro mese di chiusura, nel nuovo Dpcm si decide quando riapriranno