giovedì, 3 Dicembre 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Piromane, domande di risarcimento

Piromane, domande di risarcimento

Sarà possibile fino al 17 agosto chiedere il risarcimento per i danni subiti dai veicoli incendiati dal piromane. La giunta comunale ha infatti approvato, su proposta dell'assessore alla sicurezza e vivibilità urbana Graziano Cioni, la delibera che stanzia un fondo di 100mila euro e individua i requisiti e le modalità per chiedere il risarcimento.

-

E da ieri l’atto è diventato esecutivo, facendo quindi scattare i sessanta giorni previsti per presentare la richiesta. In dettaglio, possono accedere al contributo, con liquidazione da parte dell’amministrazione comunale, “tutte le vittime delle azioni delittuose, con conseguenti danni, del cosiddetto ‘piromane’ per gli eventi occorsi nei mesi di aprile 2008 e maggio 2008 e presuntivamente riconducibili allo stesso autore, residenti a Firenze prima del fatto delittuoso”. Le “azioni delittuose” devono essere state regolarmente denunciate all’autorità competenti entro il 16 giugno 2008 (data antecedente all’adozione dell’atto), con conseguenti danni, diretti o indiretti, a ciclomotori, motocicli e autoveicoli.

Gli interessati devono presentare un’autocertificazione nella quale risulti la mancata corresponsione da parte della compagnia assicurativa – di cui dovrà essere indicata ragione sociale, sede, agenzia e numero del contratto in essere – di alcuna forma di risarcimento economico per l’incendio subito; oppure devono presentare una dichiarazione della compagnia assicurativa relativa alla mancata corresponsione all’interessato di qualunque forma di risarcimento economico per l’incendio subito. Le vittime devono presentare domanda di rimborso utilizzando l’apposito modulo che è disponibile, insieme a quelli per le autocertificazione e le dichiarazioni sostitutive e al materiale informativo, sulla rete civica www.comune.firenze.it (sezione Amministrazione, Sicurezza ed Emergenze al link Città Sicura), nonché presso gli URP del Comune di Firenze o presso l’Ufficio Città Sicura. Quest’ultimo si trova in piazza Tasso 1 ed è aperto dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 13.30 e il martedì e giovedì anche dalle 15 alle 17.

Per le persone che possiedono i requisiti richiesti è previsto il rimborso fino ad un massimo di 500 euro per i danni subiti da ciclomotori; fino a un massimo di 1000 euro per i danni subiti da motocicli; e fino a un massimo di 2.000 euro per i danni subiti da autoveicoli. Per accedere al risarcimento è necessario presentare il modulo di richiesta di rimborso debitamente compilato e sottoscritto dai soggetti proprietari danneggiati; la copia della regolare denuncia effettuata alle forze di Polizia entro il 16 giugno 2008); la fotocopia della carta di circolazione o del certificato di proprietà del veicolo interessato dall’evento delittuoso. La richiesta di rimborso devono essere presentate entro il 17 agosto (ovvero entro 60 giorni dall’esecutività della delibera) e gli atti previsti per la liquidazione dei rimborsi saranno adottati dagli Uffici preposti del Comune di Firenze nei successivi 60 giorni, fatti salvi gli eventuali accertamenti presso le Compagnie di Assicurazione e le Forze di Polizia.

La richiesta dovrà essere indirizzata al Sindaco del Comune di Firenze, completa di tutta la necessaria documentazione e presentata all’Ufficio Città Sicura in piazza Tasso 1. Per gli inoltri a mezzo posta raccomandata con avviso di ricevimento, per il computo dei termini, farà fede il timbro postale riportante la data di spedizione. Sarà facoltà dell’amministrazione, in caso di fondi disponibili a fine esercizio, liquidare le richieste pervenute oltre i termini indicati. La documentazione inviata per la richiesta del rimborso sarà esaminata dall’Ufficio Città Sicura che, verificatane la regolarità, provvederà al rimborso con propria determinazione nei tempi indicati dalla delibera.

Ultime notizie

Covid Toscana, salgono i casi: il bollettino del 3 dicembre

I dati dal bollettino della Regione sui contagi di Covid in Toscana al 3 dicembre 2020: nuovi casi, andamento e punto della situazione

Musicability, il crowdfunding per creare un’orchestra inclusiva

Parte la raccolta fondi per finanziare l'Orchestra inclusiva della Toscana, un progetto di formazione musicale mirato a coinvolgere persone con disabilità

La Toscana torna in zona arancione dal 6 dicembre

Domenica 6 dicembre: è questo il giorno in cui la Toscana torna in zona arancione. Una data sospirata e...

Cosa cambia e cosa succede con il nuovo Dpcm dopo il 3 dicembre 2020

Governo al lavoro sul nuovo decreto anti-Covid: spostamenti tra regioni, coprifuoco anticipato, apertura dei ristoranti, palestre e feste in casa. Le anticipazioni e le ipotesi