Più controlli notturni dopo il “ritorno” dell’allarme piromane. Il prefetto Andrea De Martino ha riunito ieri un tavolo tecnico di coordinamento fra le forze dell’ordine, al quale hanno partecipato anche vigili urbani e vigili del fuoco, per esaminare le modalità con cui sono stati incendiati tre veicoli e un ciclomotore maercoledì notte in alcune zone della città.

“La notte scorsa Firenze era affidata al controllo di ben 13 pattuglie divise fra polizia e carabinieri – ha detto il prefetto – in attesa che procedano le indagini da parte della polizia giudiziaria, ho chiesto alle forze dell’ordine di intensificare ancor di più la loro presenza nelle ore notturne. Sono sicuro – ha aggiunto De Martino – che anche da parte  dei cittadini e delle categorie, che più di altre vivono la città durante la notte, possano esserci segnalati comportamenti anomali; penso ad esempio alle guardie giurate e ai tassisti“.

Nel corso dei lavori sono state esaminate anche le circostanze di tempo e di luogo in cui sono avvenute le “spaccate” delle vetrine di alcuni negozi del centro.