Più controlli e servizi da parte delle forze dell’ordine. Il piano, messo a punto con i responsabili delle forze di polizia, prevede il potenziamento di tutti i servizi di vigilanza nei centri abitati e mira anche a intensificare quelli nelle zone più periferiche e attorno alle abitazioni isolate allo scopo di prevenire tentativi di rapina nelle ville dopo l’episodio verificatosi a Firenze nei dintorni del Pian de’ Giullari. A questo riguardo sarà rafforzata la sorveglianza nel territorio provinciale da parte di polizia e carabinieri, con il coinvolgimento del corpo forestale dello stato e della polizia provinciale. Per coadiuvare questa azione di prevenzione, il cui coordinamento tecnico è stato affidato al questore, il prefetto ha chiesto ai sindaci il concorso delle polizie municipali, soprattutto nelle ore serali e notturne.

Nel corso del comitato sono stati esaminati  i diversi profili di rischio che possono caratterizzare il periodo delle festività, tradizionalmente contrassegnato da un’accresciuta presenza turistica, e sono stati pianificati gli interventi delle diverse specialità di polizia con una strategia articolata in tutta la provincia. “Ho chiesto una maggiore visibilità – ha detto il prefetto –  delle forze dell’ordine nei luoghi più affollati, sia come deterrente sia per accrescere il senso di sicurezza dei cittadini”.

Per quanto riguarda la viabilità, la Stradale intensificherà ulteriormente i servizi, già messi in campo in occasione del ponte dell’Immacolata, su Fi-Pi-Li, Autopalio e autostrada, con un impegno particolare nelle aree di sosta e di servizio. Irrobustita anche l’azione della Polfer sui treni e nelle stazioni e della Polaria nell’aeroporto di Peretola. Maggiore attenzione sarà riservata a tutti gli obiettivi sensibili, con un’intensificazione della vigilanza dinamica.

E’ stata infine decisa nel corso dell’incontro, come sempre nel periodo natalizio, la sospensione dell’assistenza della forza pubblica per l‘esecuzione degli sfratti, dal 10 dicembre al 16 gennaio.