mercoledì, 14 Ottobre 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Poste, protocollo antirapina

Poste, protocollo antirapina

E' stato siglato un protocollo tra le prefetture della Toscana e Poste Italiane per prevenire e ridurre le rapini negli uffici postali. Verranno aumentati i sistemi di sicurezza passiva e la formazione del personale. Previsti investimenti di centinaia di migliaia di euro. Firenze è la prima ad avviare un' iniziativa di questo tipo.

-

Con questo protocollo, ha spiegato il prefetto Andrea De Martino, si intende “‘alleggerire la minaccia di rapina alle poste’, analogamente all’intesa gia’ siglata con le banche, tanto è che lo scorso anno le rapine in banca sono diminuite del 32% mentre quelle alla Poste sono aumentate del 22 per cento”.

Il protocollo prevede che Poste dia notizia alle forze dell’ordine dei momenti di maggior rischio (come il trasporto valori, le giacenze di cassa, l’apertura pomeridiana, i guasti al sistema di sicurezza). Inoltre ogni ufficio postale dovra’ attrezzarsi con almeno di quattro sistemi di difesa passiva, a scelta tra banconi blindati, casseforti, caveau, allarmi, telesorveglianza. E’ prevista anche un’attivita’ di formazione per il personale allo sportello.


Ultime notizie

Ambasciatori digitali dell’arte: il progetto degli Uffizi per le scuole

Ripartono i percorsi didattici degli Uffizi per gli alunni delle scuole: cos'è "Ambasciatori digitali dell'arte"

Quarantena e rientro in Italia: per quali Paesi è obbligatoria. E il tampone?

Dalla Romania alla Croazia, passando dall'Albania alla Francia: per chi è obbligatorio l'isolamento fiduciario o il tampone, una volta entrato o tornato in Italia

“Imprevisti digitali” gratis al cinema con Il Reporter

La commedia vincitrice dell'Orso d'argento alla Berlinale arriva al cinema: in palio 20 biglietti per vederla gratis a Firenze

Gli allegati al dpcm del 13 ottobre (pdf): protocolli di sicurezza e regole

L'elenco completo degli allegati al nuovo Dpcm di ottobre, con tutti i protocolli di sicurezza e le regole