domenica, 17 Ottobre 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaPrandelli, il ''mago di Orz''...

Prandelli, il ”mago di Orz” rischia grosso

Dopo due pareggi consecutivi l'Italia rischia di non superare il girone eliminatorio agli Europei. Proprio come due anni fa ai Mondiali in Sudafrica. Allora in panchina c'era Lippi, che salutò la Nazionale dopo quel flop. Che succederà a Prandelli?

-

Una situazione difficile, in cui nessuno o quasi si sarebbe aspettato di trovarsi e che apre mille diversi scenari.

IL “BISCOTTO”. Diciamolo, la possibilità di passare il turno per l’Italia di Prandelli c’è ancora: “biscotto” a parte, se gli azzurri batteranno la già eliminata Irlanda del Trap le chance di qualificarsi come seconda del girone sono buone. Ma – dopo due pareggi consecutivi, entrambi per 1-1 – l’eliminazione al primo turno dagli Europei non è poi più così impossibile.

AMAREZZA. Se il pari con la Spagna aveva lasciato spazio all’ottimismo in casa azzurri, il sentimento che regna dopo l’altro 1-1 con la Croazia è molto meno felice. “Non sono arrabbiato, ma ovviamente sono amareggiato”, aveva detto ieri Prandelli dopo la partita. Come dargli torto. Tante, troppe occasioni buttate via nel primo tempo e una seconda frazione non all’altezza: troppo, per non lasciare quantomeno amarezza.

IRLANDA. Ora gli azzurri si butteranno a capofitto nella preparazione della gara con l’Irlanda, ma con la spiacevole consapevolezza di non essere più del tutto artefici del proprio destino. L’appuntamento è lunedì prossimo alle 20,45, quando si giocheranno in contemporanea Italia-Irlanda e Spagna-Croazia.

LIPPI. E se l’Italia non dovesse farcela? Per il calcio italiano sarebbe un altro duro colpo dopo l’eliminazione (ancor più clamorosa, visti gli avversari di allora e quelli di oggi) al primo turno anche agli ultimi Mondiali, quelli giocati due anni fa in Sudafrica. Eliminazione che sancì il divorzio tra Marcello Lippi e la nazionale. Cosa succederà, si chiedono in molti, se l’Italia di Prandelli dovesse fare la stessa fine? Difficile dirlo. Il suo cammino da ct era cominciato molto bene, con una brillante qualificazione a questi Europei. Europei iniziati però nel modo più difficile, con la scandalo delle scommesse e il blitz a Coverciano.

SCENARI. In teoria, sulla panchina azzurra non dovrebbero esserci cambi nemmeno in caso di eliminazione al primo turno. Dopo tutto siamo all’inizio di un percorso, con una squadra rinnovata e ringiovanita, e un bilancio vero si potrà tracciare solo al termine dei Mondiali, nel 2014. Ma si sa, nel calcio più delle parole e delle intenzioni contano i risultati. Se poi qualcuno ricorda le parole pronunciate non troppo tempo fa dallo stesso Prandelli (“mi manca il lavoro sul campo di tutti i giorni”, era stato in sintesi il suo pensiero), gli scenari che possono delinearsi non sono poi così definiti.

Ultime notizie