sabato, 13 Agosto 2022
HomeSezioniCronaca & PoliticaPrato, la carica dei donatori...

Prato, la carica dei donatori di sangue dagli occhi a mandorla

Conta di raggiungere quota 5mila donatori entro due anni l'associazione “China-Italy Consulting”, attiva a Prato, nel cuore di una delle più ampie comunità cinesi del Paese. Fin qui gli iscritti di origine asiatica sono 150.

-

Pubblicità

I donatori di sangue pratesi scarseggiano, ma la comunità asiatica fa sentire sempre di più il suo contributo. Conta di raggiungere quota 5mila donatori entro due anni l’associazione “China-Italy Consulting”, attiva a Prato, nel cuore di una delle più ampie comunità cinesi del Paese. L’integrazione passa anche da qui.

UN CASO UNICO. L’associazione, che conta anche alcuni cittadini di Prato, raggruppa 150 iscritti, la maggior parte di origine cinese: un caso unico nel Paese. “Quasi tutti donano il sangue regolarmente – assicura Alfredo Murroni, responsabile dell’iniziativa – Ma entro due anni tenteremo di raggiungere quota 5 mila iscritti”. Per il momento la sede è quella di via Cadamosto.

Pubblicità

ABITUDINE ASIATICA. L’idea è nata dalla constatazione che in Cina, donare sangue è una prassi comune. Da qui il lancio dell’associazione, con una sua peculiarità cinese, “che – continua Murroni – dimostra una volontà specifica più forte di contribuire a un gesto come quello di donare sangue, come forma di condivisione con la comunità locale. Abbiamo avuto anche l’incoraggiamento dell’Asl: i donatori pratesi di sangue del resto scarseggiano sempre più”.

Pubblicità

Ultime notizie