venerdì, 25 Giugno 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaPrecipitò dal Forte, un rinvio...

Precipitò dal Forte, un rinvio a giudizio

E' stato il Gup di Firenze a rinviare a giudizio il rappresentante legale dell'associazione "Teatro Puccini", che gestiva la struttura: per lui l'accusa è di omicidio colposo, per la morte di Luca Raso, il ragazzo romano di 20 anni che, il 3 settembre 2006, precipitò dal Forte Belvedere.

-

Un rinvio a giudizio, dunque, per la morte del giovane romano che, nel settembre del 2006, era precipitato dai bastioni del Forte Belvedere: ad essere rinviato a giudizio dal Gup di Firenze è stato il rappresentante legale dell’associazione “Teatro Puccini”.

Ma non solo. Il giudice, infatti, ha anche trasmesso gli atti alla procura per valutare quali fossero i compiti del Comune di Firenze, oltre a quelli del Teatro Puccini, gestore della struttura. .

E sono state anche acquisite le copie di alcuni atti sulla morte di Veronica Locatelli, la 37enne fiorentina precipitata nel luglio del 2008 dal Forte, in circostanze simili a quelle del ragazzo romano. Per la morte di Veronica Locatelli è in corso una seconda inchiesta.

Ultime notizie