Dopo il ritrovamente di un ordigno, le minacce e le scritte apparse su alcuni muri, scatta la solidarietà nei confronti della comunità ebraica fiorentina. Domenica 25 gennaio, a partire dalle 10.30, si terrà un presidio civile davanti alla Sinagoga, in via Farini 4, proprio in segno di solidarietà nei confronti della comunità ebraica, a cui parteciperà il Gonfalone della città.

L’iniziativa dell’amministrazione comunale fa seguito all’ordine del giorno approvato dal consiglio comunale nella seduta di ieri.

Questo il testo:

“Il consiglio comunale, visto l’atto di intimidazione terroristica compiuto da sconosciuti ai danni della “Schabat”, la casa dove vengono accolti i visitatori della sinagoga di Firenze; considerate le parole del Rabbino capo di Firenze Josef Levi che giudica l’accaduto “un gesto molto grave che ci dimostra come da parole molto gravi si possa passare ad azioni come questa”; considerato che ad azioni gravi come quelle del rudimentale ordigno trovato e parole altrettanto gravi che cancellano o peggio rievocano la terribile sorte toccata troppe volte al popolo ebraico devono corrispondere prese di posizioni nette ed incondizionate; chiede al sindaco di promuovere una manifestazione di solidarietà nei confronti della comunità ebraica di Firenze attraverso un presidio civile davanti alla Sinagoga che abbia alla testa il Gonfalone di Firenze”.

Richiesta accolta: il presidio è stato fissato per domenica prossima.