lunedì, 20 Settembre 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaPrimavera bollente, ma l'estate sarà...

Primavera bollente, ma l’estate sarà torrida e piovosa

L'estate gioca d'anticipo in tutto il Nord Italia. “Si prevedono temperature al di sopra della media per tutto il mese di aprile – dichiara il climatologo Giampiero Maracchi – poi ci sarà un raffrescamento, ma anche maggio e giugno saranno più caldi del solito”. Nel weekend le massime supereranno i 25 gradi a Firenze.

-

L’estate gioca d’anticipo in tutto il Nord Italia. “Si prevedono temperature al di sopra della media per tutto il mese di aprile – dichiara il climatologo Giampiero Maracchi – poi ci sarà un raffrescamento, ma anche maggio e giugno saranno più caldi del solito”. Nel weekend le massime supereranno i 25 gradi a Firenze.

ESTATE IN ANTICIPO. “Si può parlare di un vero e proprio anticipo di estate – continua il professore – ma non durerà a lungo. Verso la fine del mese è ipotizzabile un abbassamento delle temperature anche al di sotto della media del periodo”. Ma anche maggio e giugno si prevedono torridi. “Il caldo improvviso è un fenomeno che si ripete da una decina di anni – spiega Maracchi – ma quest’anno è arrivato stranissimamente in anticipo. Fino a due settimane fa la primavera era in ritardo, adesso il clima è in anticipo di oltre un mese”. Solitamente, infatti, la colonnina di mercurio balza verso l’alto attorno a metà maggio.

CICLONI E ANTICICLONI. Tutta colpa della “cella di Hadley”, spiega l’esperto, ovvero una sorta di bolla di aria calda che sale dall’equatore e si fa sentire solitamente sul Nord Africa. Negli ultimi anni, però, qualcosa è cambiato, “a causa dei cambiamenti climatici, il calore scende più a nord”. Per l’appunto sul Nord Italia, che si trova a fare i conti in questi giorni con un clima già estivo. Basti pensare che la città più calda del Belpaese è stata Bolzano, con circa 30° di massima, e molto vicina ci è andata Milano. O ci andrà nei prossimi giorni.

E LE AZZORRE? In compenso quel che si fa sentire sempre più debolmente è l’anticiclone delle Azzorre, responsabile della calura (secca) estiva. Secondo Maracchi dobbiamo prepararci ad un’estate torrida, ma più piovosa del solito. In pieno stile tropicale.

Ultime notizie