martedì, 20 Ottobre 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Proprietari fuori città per le...

Proprietari fuori città per le vacanze, le case svaligiate dai ladri

Sono quattro i furti avvenuti a Firenze nelle case rimaste vuote per le vacanze. A Rifredi sono stati rubati beni per 50mila euro.

-

 

I proprietari avevano lasciato le case vuote durante le ferie e i ladri ne hanno approfittato. Dalle case fiorentine sono stati rubati soprattutto gioielli e contanti.

DUE FURTI. Quattro le abitazioni colpite in tutto. La prima è una casa in via Pisana da dove sono stati rubati gioielli per quattromila euro. Altri malviventi sono entrati in una villa di via del Paradiso: sono entrati mettendo prima fuori uso la sirena dell’antifurto usando schiuma espansiva e poi hanno forzato la finestra del soggiorno. Dalla villa i ladri hanno portato via oggetti in oro del valore ancora da qualificare.

GLI ALTRI DUE. Un altro furto è stato fatto in via Simone Martini, dove è stato preso dell’oro e centottanta euro in contanti. La rapina più grossa è stata fatta però in via S. Stefano in Pane, a Rifredi, dove da un’abitazione i ladri hanno portato via gioielli e tre orologi d’oro per un valore di cinquantamila euro.

Ultime notizie

La nuova giunta regionale toscana: gli assessori di Giani, i nomi

Il neo governatore Eugenio Giani annuncia gran parte della sua squadra: l'ottavo nome per la giunta arriverà tra pochi giorni. Eletto anche il presidente del Consiglio regionale

Smart working, pubblica amministrazione e privati: fino a quando? Le regole

La legge rilancio, lo stato di emergenza e i nuovi decreti del governo: il punto sulla proroga del lavoro agile per il pubblico impiego e le regole per i dipendenti del settore privato

Eredità delle donne 2020: l’evento di Serena Dandini alla Manifattura Tabacchi

Dal 23 al 25 ottobre torna in città la manifestazione che racconta il mondo attraverso gli occhi delle donne

Come fare il tampone in Toscana e come si prenota online

Prenotazioni e referti anche via web, in arrivo i test rapidi per i ragazzi delle scuole: le novità in Toscana