Matteo Renzi è salito sul palco, dopo che il primo a prendere la parola era stato il sindaco di San Giovanni Lupatoto, comune vicino a Verona. Uno dei sindaci che prenderanno parte alla campagna elettorale di Renzi.

RENZI SUL PALCO. “C’è qualcosa di più importante della politica, ed è la vita – ha detto Renzi – siamo partiti di qua perchè a qualche chilometro di distanza abbiamo dimostrato che se noi giochiamo all’attacco il centrosinistra può perfino correre il rischio di vincere”. “I 25 anni che ci aspettano non saranno semplicemente quelli di cambiare una classe dirigente con un’altra. Noi non vogliamo cambiare la classe dirigente, ma il destino dei nostri figli”.

BERSANI E CANDIDATURA. “Dico grazie a Bersani per tante cose, ma non per le primarie – ha detto Renzi – che sono l’elemento costitutivo del Pd”. Poi Renzi ha annunciato ufficialmente la sua candidatura. “Annuncio ufficialmente la mia, che è la nostra, candidatura alla guida dell’Italia per i prossimi 5 anni. E pongo il mio onore nel meritare la vostra fiducia, la vostra amicizia, il vostro sostegno”. “Se si perde si dà una mano a chi ha vinto perché la sconfitta fa parte del gioco e la vera sconfitta è non provarci. Se si vince – e questa ipotesi la considerano un po’ in pochi, ma abbiamo qualche mese per fargli cambiare idea – non si tratta di cambiare partito, ma di cambiare l’Italia”.

LA CRISI. “La crisi è la nostra opportunità. Grazie ai nostri padri e ai nonni per quello che ci hanno dato. Pace e prospettiva di benessere, forse perfino eccessiva”. Ma ora, ha spiegato Renzi, tocca alle nuove generazioni sfruttare questa opportunità, mettersi in gioco.

EUROPA. “Le prossime generazioni devono vivere negli Stati Uniti d’Europa, eleggerne il presidente, avere un servizio civile europeo. Vogliamo smetterla di vedere l’Europa come la zia cattiva? Dobbiamo rivedere anche il sistema dei fondi europei, da non distribuire più a pioggia”, ha detto Renzi parlando di Europa.

DISCUSSIONE SUL PROGRAMMA. “Dalla fine del mio intervento sarà disponibile on line una discussione aperta sul programma. Non è un programma vero e proprio ma è aperto al contributo di tutti. Perché crediamo nel merito e non nella politica del ghe pensi mi”, ha aggiunto Renzi.

LA FAMIGLIA. “Sono cristiano e cattolico, e se qualcuno non mi voterà per questo, lo ringrazio – ha detto ancora il sindaco di Firenze – nel fare politica però dobbiamo essere laici”. Poi ha parlato della sua sfida e della sua famiglia: “Le prossime elezioni le vogliamo vincere. Lo faremo se sapremo raccontare un’Italia credibile”. “Ringrazio tutta la mia famiglia. Li ho costretti a una scelta dura. Mio figlio, che ha undici anni, ha già detto che tifa per Bersani. Ma vada come vada saprà che suo padre non ha avuto paura”.

VOTI DEL CENTRODESTRA. “Non ho paura di chiedere voti del centrodestra, ma non nell’ambito delle primarie (grande giorno quando il centrodestra avrà le primarie!)”, ha detto Renzi.

DANTE. Sulla fine del suo discorso, Renzi ha anche portato l’esempio di Dante come quello di chi non scende a compromessi. Poi il suo intervento è finito, fra gli applausi.

IL VIDEO dell’inviata Valentina Buti: Renzi sul palco

{youtube}gTzyr9NAS1s{/youtube}


MUSICA. La musica ha introdotto l’inizio dell’evento, con la canzone Titanium di David Guetta.

AgneseVeronaLA MOGLIE IN SALA. In sala c’è anche Agnese (nella foto), la signora Renzi. Vestista stile causal, casacca bianca, è tornata al capello riccio. Tanti i presenti che al momento del suo arrivo sono corsi a salutarla e a stringerle la mano.

I PRESENTI. Ad attenderlo, e ad ascoltarlo in sala, tanta gente comune e molti volti della politica, nazionale come fiorentina. C’è ad esempio il Pd mugellano al gran completo, capitanato dal sindaco di Borgo San Lorenzo Giovanni Bettarini, ci sono Enzo Brogi e Riccardo Ventrella. Ci sono Bonifazi, Davide Ermini e il senatore Marcucci. E poi ci sono politici veneti, come l’ex sindaco di Verona Zanotto. Tra gli assessori fiorentini presenti Mattei e Saccardi. Arrivato anche Da Empoli.

IL VIDEO dell’inviata Valentina Buti: in sala cresce l’attesa

{youtube}PuwiOK47r74{/youtube}

 

IL SITO. On line, dalle 11,30 in punto, anche il nuovo sito di Renzi, dove viene trasmessa in diretta la giornata di Verona.

L’ATTESA. Prima del suo arrivo, l’attesa dentro e fuori dal palazzo era cresciuta col passare del tempo. Tante le persone in attesa di Renzi e delle sue parole.

LA FOTOGALLERY dell’inviata Carolina Natoli: l’attesa in sala

{phocagallery view=category|categoryid=472|limitstart=0|limitcount=0}

 

L’attesa. Qui Verona, parte la sfida di Renzi: tutto pronto, cresce l’attesa / VIDEO

Alla Festa Democratica. ”Gita” ad Arcore, la platea si infiamma e Renzi risponde / VIDEO