martedì, 22 Settembre 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Renzi stile Obama: ''Il meglio...

Renzi stile Obama: ”Il meglio deve ancora venire” alla Leopolda

Sarà proprio la frase pronunciata dal presidente Usa dopo la sua rielezione il titolo della terza edizione della Stazione Leopolda, al via giovedì prossimo. E intanto i camper si ''moltiplicano'': sono 46 quelli dei volontari in giro per l'Italia.

-

Nel segno di Obama. Matteo Renzi ”prende spunto” dal rieletto presidente degli Stati Uniti per lanciare la terza edizione della Leopolda, che partirà giovedì prossimo per terminare sabato. Come si chiamerà l’evento? “Il meglio deve ancora venire”, proprio una delle frasi pronunciata a caldo da Obama. Ad annunciarlo è lo stesso Renzi nella sua ultima e-news.

OBAMA. “Barack Obama – scrive Renzi – vince nonostante una delle crisi economiche più drammatiche vissute dagli Stati Uniti. E dice la cosa più di sinistra di tutte: il meglio deve ancora venire. Già, perché se sei progressista il futuro è un piacere, una sfida, un’opportunità. Non una minaccia. Non una pattumiera. I democratici americani segnano una strada. Spero che anche noi saremo capaci di percorrerla”.

CAMPER. Renzi poi torna a parlare del suo tour in Italia. “Il viaggio in Italia ha toccato tutte le province. Qui le ultime tappe in Sicilia, dove abbiamo raggiunto luoghi simbolici: da Piazza Armerina alla “Pozzallo” di Giorgio La Pira, dai cento passi di Peppino Impastato fino alla Marsala dello sbarco dei Mille). Il camper si ferma per qualche giorno, dunque. Ma adesso tocca a voi. In molte città i volontari stanno tirando fuori dal garage i camper di qualche amico. Lo attrezzano graficamente (chi vuole può chiedere un aiuto su come fare a comitati@matteorenzi.it). E iniziano a girare comune per comune, mercato per mercato, frazione per frazione. Per adesso sono 46 i camper che stanno girando in tutta Italia. Spero che arriveremo a quota 100 entro la Leopolda!”, scrive ancora il dindaco.

PRIMARIE. Il pensiero ora è al 25 novembre, giorno delle primarie. “Nei venti giorni che rimangono – dice Renzi – dobbiamo mettere in campo tutto il futuro che abbiamo. Tutto il futuro di cui siamo capaci. Tutto il futuro di cui l’Italia ha bisogno. Speravamo di poterlo fare con una gigantesca battaglia di idee, ma per come sono andate le cose occorre anche una capillare organizzazione. Già, perché il voto è facile e segreto (e non potrebbe essere diversamente alla luce del dettato costituzionale). Ma le procedure di registrazione sono studiate unicamente per rallentare e complicare. E mi fa molto piacere che ormai se ne siano accorti anche tanti amici che vogliono del tutto legittimamente votare Bersani e che hanno iniziato a condividere gli stessi dubbi che noi abbiamo espresso ormai da qualche settimana. Questo, delle regole, è stato proprio un pasticcio che ha dato il segno della paura: ma come puoi governare una crisi spaventosa se ti fai impaurire dal voto dei diciassettenni?”.

Sul web: Renzi si ispira a Obama? E su Twitter scatta l’ironia

Renzi: ”Il ministero dei beni culturali non funziona”

Ultime notizie

Giani e i risultati delle regionali: “Ha vinto la Toscana”

Un discorso con al centro la Toscana: Giani sceglie di parlare soprattutto della sua regione, con pochi riferimenti alla politica nazionale. "Sarò sindaco tra i sindaci", dice il candidato del centrosinistra

Referendum 2020: affluenza alle urne ore 15, percentuale definitiva votanti

I dati sull'affluenza al referendum 2020 sul taglio dei parlamentari. Dove si è votato di più e dove di meno

Elezioni regionali Toscana 2020: affluenza definitiva al 62,61%

I dati definitivi sull'affluenza alle urne per le elezioni regionali 2020 della Toscana. In corso lo spoglio

Exit poll, regionali Toscana: Eugenio Giani in vantaggio

Grande attesa per i primi sondaggi sulle tendenze di voto: chi tra i 7 candidati diventerà presidente dalla Regione?