“E’ un lavoro di cui possiamo essere orgogliosi e sono contento di aver potuto constatare la soddisfazione dei commercianti e dei residenti” ha detto l’assessore Massimo Mattei, durante il sopralluogo fatto insieme al presidente del quartiere 5 Federico Gianassi, al presidente di Ataf Filippo Bonaccorsi, ai tecnici del Comune e a tanti cittadini.

“Questa è una zona da tutelare che resta fra le priorità dell’amministrazione – ha aggiunto l’assessore – non vogliamo certo che, dopo questo importante lavoro di riqualificazione, in quest’area torni tale e quale lo spettacolo indecoroso legato alla prostituzione nelle ore notturne. Insieme alle forze dell’ordine ci impegneremo per contrastare il più possibile il fenomeno”. A questo proposito, l’assessore ha concordato con il quartiere e i rappresentanti dei residenti di studiare una serie di interventi per l’area del cosiddetto ‘villaggio Forlanini’, in modo da impedire che le tranquille e verdi strade alle spalle di via Forlanini, di notte possano essere ricettacolo di degrado e criminalità.

Riguardo ai lavori realizzati, Mattei ha ribadito la volontà dell’amministrazione di accorciare i tempi di realizzazione ovunque sia possibile, così come fatto in via Forlanini. “Oggi finisce anche l’intervento in piazza Salvemini, mentre in queste due notti verrà realizzato quello in viale Pratolini, dove si lavora solo dalle 8.30 alle 6 del mattino, riaprendo la strada nelle ore diurne. In questo modo limitiamo al minimo i disagi per la viabilità. Purtroppo ci sono zone dove invece i disagi sono inevitabili: come alle Due Strade, dove si è rotto un tubo del gas in via Senese. Cerchiamo comunque di sfruttare al massimo questi ultimi giorni d’estate, dove il traffico continua ad essere ridotto”.

L’INTERVENTO. L’intervento in via Forlanini, importante direttrice per la viabilità della zona nord della città, è iniziato il 20 luglio ed  ha interessato sia la carreggiata che i marciapiedi. Per quanto riguarda la carreggiata, sono stati risanati il sottofondo e la massicciata stradale (in particolare dall’incrocio con via di Novoli fino al numero civico 22); è stata eseguita la fresatura delle sede stradale col rifacimento manto bituminoso; è stata rinnovata la segnaletica esistente (striscie varie, attraversamenti pedonali, fasce d’arresto, ecc.); sono state adeguate le quote chiusini stradali. Per quanto riguarda invece i marciapiedi, sono stati rifatti completamente quelli del lato destro (da viale Guidoni a via Corsali); è stato rinnovato il tappeto sui restanti tratti danneggiati; è stato risistemato il tappeto di usura nelle aree adibite a parcheggio (tra i filari di alberi), con l’adeguamento delle quote di scorrimento delle acque. Infine, le opere fognarie: sono state sostituite le caditoie e i pozzetti ostruiti o vetusti, con rifacimento ex novo delle singole tubazioni di collegamento alla fognatura centrale; sono stati potenziati e rivisti i pozzetti e le griglie esistenti, con particolare attenzione al lato di fronte all’intervento ex Fiat (dopo la rotonda di via di Novoli) e all’incrocio con il viale Guidoni.