martedì, 27 Ottobre 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Riapre la scuola Calamandrei

Riapre la scuola Calamandrei

Dopo un anno di attesa, lunedì prossimo riaprirà la scuola secondaria di primo grado “Piero Calamandrei”, in via Caboto, nell’area di Firenze Nova. I lavori di ristrutturazione e riqualificazione sono stati ultimati durante l' estate.

-

Questo pomeriggio il sindaco Matteo Renzi e l’assessore alla pubblica istruzione Rosa Maria Di Giorgi inaugureranno la nuova struttura. “La scuola Calamandrei finalmente riapre – ha sottolineato l’assessore Di Giorgi – completamente rinnovata, colorata, come è nello stile delle scuole fiorentine ristrutturate negli ultimi anni: i ragazzi devono infatti trovare nella scuola un ambiente accogliente, locali esteticamente gradevoli al posto di spazi neutri e anonimi, in quanto in questi ambienti trascorreranno gran parte della loro giornata. Anche gli arredi sono stati completamente sostituiti: aule, laboratori, biblioteca, aula computer, zona lavaggio, stoviglie sono tutti nuovi. Anche la stessa palestra è stata integrata con nuove attrezzature in modo da renderla fruibile anche da parte delle società sportive del Quartiere, essendo fra l’altro, separata funzionalmente dai locali destinati ad attività didattica”.

“L’intervento – ha spiegato – è stato realizzato a cura della direzione servizi tecnici ed ha avuto un costo complessivo di oltre un milione di euro. L’intervento è durato quasi un anno, durante il quale i ragazzi si sono trasferiti presso la scuola Rosai. La spesa sostenuta per il rinnovo degli arredi è di circa 50mila euro. E’ strutturata per ospitare 12 classi di scuola secondaria di primo grado, e quindi circa 300 ragazzi”. “La scuola – ha ricordato l’assessore Di Giorgi – fu costruita alla fine degli anni ’60 con pannelli in cemento-amianto e fu oggetto negli anni ’80 di un primo intervento per l’eliminazione dell’amianto dai pannelli esterni, mentre l’interno aveva mantenuto quelli originari. Nel tempo la struttura aveva subito un forte degrado, tanto che la popolazione scolastica si era negli anni fortemente ridotta, in quanto le condizioni strutturali erano tali da non invogliare le famiglie del Quartiere a far frequentare la scuola ai propri ragazzi, che in particolare, negli ultimi anni scolastici, si sono indirizzati verso l’Ottone Rosai, di recente realizzazione”.

I LAVORI. Gli interventi hanno riguardato anzitutto la rimozione dell’amianto, l’abbattimento delle barriere architettoniche con anche la realizzazione dell’ascensore, la messa a norma antincendio (insieme al rifacimento dell’impianto elettrico), la realizzazione di nuovi servizi igienici (che comprendono anche i servizi per disabili), la revisione del tetto. “In generale – ha concluso l’assessore alla pubblica istruzione – è stata effettuata la riqualificazione degli spazi interni, conformemente alle esigenze manifestate dalla direzione della scuola che richiedeva anche la realizzazione di locali mensa per rispondere alle esigenze delle famiglie di prolungamento, anche per la scuola media, delle attività didattiche in orario pomeridiano”. Attualmente alcuni locali della scuola saranno utilizzati dal Quartiere 5 per corsi di formazione destinati ad adulti e all’Associazione Musicale “Vincenzo Galilei”.

Ultime notizie

Cinema chiusi per Covid, film già visto: “No al Dpcm, sì a misure locali”

Le piccole sale rischiano grosso dopo l'ennesima chiusura per l'emergenza Covid. Abbiamo sentito il presidente di Spazio Alfieri, una tra i cinema d'essai più conosciuti a Firenze

Quante persone possono partecipare ai funerali: regole del dpcm Covid

Cosa prevede il decreto anti-coronavirus del 24 ottobre in caso di funerale: quanti possono essere i partecipanti e per cosa scatta il divieto

Quante persone al ristorante? Il numero massimo previsto dal nuovo Dpcm

Il nuovo Dpcm 24 ottobre dice che possono sedere allo stesso tavolo del ristorante non più di 4 persone, con una sola eccezione: cosa cambia con le nuove regole

Nuovo Dpcm ottobre 2020: il testo in Gazzetta Ufficiale (pdf)

Chiusura delle palestre, "coprifuoco" anticipato per bar e ristoranti, semi-lockdown senza blocco degli spostamenti tra regioni: cosa prevede il testo del nuovo Dpcm di ottobre pubblicato in Gazzetta Ufficiale