mercoledì, 23 Giugno 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaRinasce piazza Santa Maria Novella

Rinasce piazza Santa Maria Novella

Torna a risplendere una delle piazze più belle e importanti della città. La pizza è un grande ovale in pietra forte lavorata a mano intervallata da piccole strisce di acciaio corten che riprendono i materiali delle panchine in corten anche quelle e in legno. In più vi saranno dei cassonettiper la spazzatura interrati. C'è stato anche il rifacimento della facciata e la conclusione del primo lotto di lavori che ha riguardato tutta la pavimentazione di via degli Avelli e il recupero dei locali destnati a presidio della Polizia Municipale e bagni pubblici. Oltre tre milioni di euro ai quali devono aggiungersi altri 800 mila circa che serviranno per pavimentare tutto il resto della piazza, la zona davanti all'hotel Roma fino all'edicola e oltre. l progetto prevede anche la realizzazione nel prossimo futuro di una rete wireless free.

-

Con tanto di cassonetti per la spazzatura interrati (primo esempio nel centro storico della città).Una tappa importante che ha visto il rifacimento della facciata e la conclusione del primo lotto di lavori che ha riguardato tutta la pavimentazione di via degli Avelli e il recupero dei locali destinati a presidio della Polizia municipale e bagni pubblici .

Oltre 3milioni di euro ai quali devono aggiungersi altri 800mila circa che serviranno per pavimentare tutto il resto della piazza, la zona davanti all’hotel Roma fino all’edicola e oltre. La cerimonia di fine lavori del secondo lotto si è svolta ieri mattina proprio sulla piazza dove l’assessore alla cultura Eugenio Giani ha presentato la conclusione dei lavori insieme al progettista del Comune Maurizio Barabesi, all’architetto Giuseppe Cini dell’Ufficio Belle Arti insieme al suo staff, al presidente di Quadrifoglio Marco Maria Samoggia.

“Finalmente la città si potrà riappropriare di questo spazio meraviglioso – ha detto l’assessore Giani- scandito dalla facciata di Leon Battista Alberti , luogo della corsa dei cocchi, ma anche spazio per la comunità, per ritrovarsi”.

Il progetto prevede anche di realizzare nel prossimo futuro una rete wireless free.

E’ stato anche messo un impianto per il ricovero interrato a scomparsa di un compattatore per rifiuti solidi urbani della capacità di 20 metri cubi e poi due impianti sempre a scomparsa per multilaterali della capacità di circa 5 metri cubi l’uno. Entrambi i sistemi di raccolta, sono dotati di torretta di conferimento dei rifiuti da parte degli utenti (unica parte fuori terra visibile).


Ultime notizie