sabato, 16 Ottobre 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaRoberta Ragusa, Gello attende. ''Vogliamo...

Roberta Ragusa, Gello attende. ”Vogliamo la verità”

Cinque mesi di dubbi e incertezze alimentano la sete di verità di amici e parenti di Roberta Ragusa, il cui profilo dinamico relazionale è stato delineato attraverso una raccolta di testimonianze delle amiche e conoscenti più strette.

-

Cinque mesi di dubbi e incertezze alimentano la sete di verità di amici e parenti di Roberta Ragusa, il cui profilo dinamico relazionale è stato delineato attraverso una raccolta di testimonianze delle amiche e conoscenti più strette.

NEL DOSSIER. Lo scorso 12 giugno, lo psicologo Fabrizio Mignacca e la criminologa Immacolata Giuliani, hanno consegnato al pm Aldo Mantovani, per conto dell’associazione ”Per Roberta”, un dossier su Roberta Ragusa, il cui contenuto è stato realizzato grazie ad una raccolta di testimonianze delle amiche e conoscenti più stretti della donna scomparsa da Gello. Il dott. Mignacca e la dott.ssa Giuliani hanno potuto così, delineare un profilo dinamico relazione di Roberta. I consulenti, in un fascicolo a parte, hanno aggiunto alcune considerazioni personali e di natura tecnica relativamente alle dinamiche ricostruttive, sui possibili scenari della vicenda e su eventuali piste investigative. Il tutto grazie all’analisi delle testimonianze raccolta e alla dinamica degli elementi già noti agli inquirenti.

LA VERITA’. Dopo le varie piste seguite negli ultimi cinque mesi, dall’allontanamento volontario al suicidio fino a quella più realistica di omicidio, Gello attende e chiede la verità. Esattamente una settimana fa, il 13 giugno, in occasione dei cinque mesi dalla scomparsa, un centinaio di persone, tra amici, parenti e affezionati alla vicenda, hanno partecipato alla manifestazione organizzata da Cinzia Guidi, la stessa che lo scorso marzo fu promotrice della fiaccolata in occasione del 45esimo compleanno di Roberta Ragusa. La manifestazione, il cui corteo ha sfilato per le vie di Gello fino alla villetta in via Ulisse Dini dove abita ancora Antonio Logli con i due figli Alessia e Daniele, ha avuto come obiettivo quello di chiedere la verità sul caso. ”Non vogliamo che il silenzio cada sulla vicenda. Roberta deve ottenere giustizia, per chiesto vogliamo tenere alta l’attenzione” commentò Cinzia Guidi alla vigilia del corteo. Ma la manifestazione è stata l’ennesima occasione per il gruppo di amici, parenti e conoscenti per chiedere la verità, in coro. Una verità che viene chiesta da tutti ogni giorno, silenziosamente ma non troppo, sul web e nella vita reale. Intanto, questa sera a Chi l’ha visto? su Rai 3, Federica Sciarelli tornerà a parlare di Roberta, cercando di approfondire la pista del cimitero.

Ultime notizie