giovedì, 13 Maggio 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaRuba al centro commerciale e...

Ruba al centro commerciale e minaccia il direttore: arrestato

Protagonista dell'episodio, avvenuto a Empoli, un gerorgiano di 28 anni. Dopo essere stato sorpreso dal direttore di un negozio del del centro commerciale in seguito al furto di un paio di jeans prima ha cercato di intimidirlo mimando con le mani il gesto della lama del coltello passata sulla gola, poi ha tentato la fuga. Ma è stato bloccato.

-

Un georgiano è stato arrestato a Empoli dopo aver tentato un furto in un centro commerciale.

L’INTERVENTO. Sul posto è intervenuta la polizia, dopo che alcune persone avevano fermato uno straniero che si era reso autore di un furto. Giunti sul posto, i poliziotti hanno accertato che il direttore del negozio, insieme a un ispettore del Commissariato di Empoli che si trovava lì libero dal servizio, avevano fermato un cittadino georgiano – N.G. di 28 anni – privo di permesso di soggiorno ma in possesso di una patente di guida georgiana.

IL FURTO. Il 28enne, dopo aver rubato un paio di jeans a cui aveva rimosso il chiodo della placca antitaccheggio con una tronchesina, aveva cercato di darsi alla fuga.

I FATTI. Secondo il racconto del direttore, è stato lui stesso a fermare il 28enne mentre stava uscendo dal negozio: non appena questi si è accorto che il direttore stava chiamando la polizia, prima ha riconsegnato la merce rubata, poi, dopo aver cercato invano di intimidirlo mimando con le mani il gesto della lama del coltello passata sulla gola, lo ha allontanato con una forte spinta e ha cercato di darsi alla fuga.

LA FUGA. Inseguito dal direttore che lo haraggiunto sulla terrazza del centro commerciale, il 28enne è stato definitivamente fermato grazie all’intervento di un ispettore del Commissariato di Empoli – che, in borghese, si trovava presso il centro commerciale libero dal servizio – il quale, qualificandosi, ha messo fine ai tentativi del georgiano di divincolarsi dalla presa del direttore. 

L’ARRESTO. Il 28enne è stato quindi tratto in arresto per il reato di rapina impropria aggravata dall’aver commesso il fatto in condizione di clandestinità, e deferito all’a.g. anche per il reato di ingresso e soggiorno illegale nel territorio dello Stato.

Ultime notizie