sabato, 15 Maggio 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaRubano vestiti per 400 euro...

Rubano vestiti per 400 euro utilizzando una borsa schermata

Due uomini sono stati arrestati per il reato di furto aggravato dalla polizia ferroviaria. Avevano una borsa con una doppia schermatura artigianale fatta con nastro adesivo e carta di alluminio.

-

 

Arrestati due rumeni per furto aggravato dalla polizia ferroviaria.

L’ARRESTO. L’episodio è avvenuto martedì 12 marzo ad opera del personale dipendente della Squadra di Polizia Giudiziaria del  Compartimento Polfer Toscana, che ha proceduto all’arresto per il reato di furto aggravato di due cittadini rumeni di 28 e 34 anni.

CONTROLLI. Al risultato – viene spiegato – si è giunti nel corso dei servizi di prevenzione e controllo, intensificati dal Dirigente del Compartimento Polizia Ferroviaria per la Toscana, Dott. Maurizio Piccolotti al fine i contrastare la consumazione dei reati all’interno del più importante scalo ferroviario fiorentino oltre che nelle zone limitrofe. Intorno alle 17.15, personale della Squadra in abiti civili, ha notato i due uomini che, all’interno dello scalo ferroviario di S. M. Novella, si dirigevano frettolosamente verso un treno fermo al binario.

LA BORSA. Gli agenti, insospettiti dal comportamento dei due, li hanno seguiti a distanza e, poi, hanno proceduto a un controllo di polizia, trovando all’interno della tracolla indossata dai due diversi capi di abbigliamento – per quasi 400 euro di valore – ancora con etichetta e, alcuni, con il dispositivo antitaccheggio. I due non hanno saputo fornire indicazioni. Inoltre, una delle due borse, la più capiente, è risultata munita di una doppia schermatura artigianale fatta con nastro adesivo e carta di alluminio – espediente frequentemente utilizzato dai taccheggiatori per eludere i sistemi di sicurezza presenti all’uscita dei negozi.

TRIBUNALE. I due sono stati arrestati e, il giorno successivo, giudicati con rito direttissimo presso il Tribunale di Firenze. Al termine dell’udienza sono stati condannati a 6 mesi di reclusione con sospensione condizionale per il più giovane, mentre all’altro – con specifici precedenti di polizia – è stata applicata la misura degli arresti domiciliari.

Ultime notizie