sabato, 20 Luglio 2024
- Pubblicità -
HomeSezioniCronaca & PoliticaSara Funaro: curriculum e ambizioni...

Sara Funaro: curriculum e ambizioni della candidata sindaco Pd

Il curriculum di Sara Funaro, scelta dall'assemblea Pd per le prossime elezioni comunali fiorentine: laureata in psicologia clinica e di comunità all'Università di Firenze, attivissima nel sociale

-

- Pubblicità -

Sara Funaro è la candidata del Pd per le comunali a Firenze del giugno 2024. Il via libera dall’assemblea dem. Ma che curriculum ha Sara Funaro? Laureata in psicologia clinica e di comunità all’Università di Firenze, è nipote dell’ex sindaco Piero Bargellini, il sindaco dell’alluvione. Attivissima nel sociale, è un volto noto a Firenze.

Il curriculum di Sara Funaro

Il curriculum di Sara Funaro, classe 1976, evidenzia anche un corso di perfezionamento in psicoterapia e fenomenologia all’università di Urbino. A livello di giunta è stata assessora con delega al welfare e sanità, accoglienza e integrazione, pari opportunità e casa nel primo mandato di Dario Nardella, dal 2014 al 2019. Nel secondo mandato, quello che è in scadenza nel 2024, ha tenuto rispetto al primo solo la delega al welfare. Aggiungendo altre due deleghe importanti, educazione e immigrazione. In passato Funaro vanta anche una collaborazione con l’ospedale psichiatrico Aristides Novis a Salvador Bahia, in Brasile, e al caps psichiatrico di Nazarè Das Farinhas a Bahia.

- Pubblicità -

Le parole di Sara Funaro dopo il via libera dell’assemblea Pd

Oltre al curriculum di Sara Funaro c’è da riportare ciò che è emerso dall’assemblea del Pd cittadino il 4 dicembre. Niente primarie, come invece chiesto dall’ex assessora Cecilia Del Re, allontanata da Nardella, e il via libera dunque all’investitura di Sara Funaro come candidata alla carica di sindaco di Firenze. “Sono cresciuta in una comunità che mi ha insegnato che le decisioni si prendono insieme, e che il bene della comunità viene prima delle ambizioni personali – ha detto -. Stare in una comunità vuol dire stare dentro un percorso, rispettarne le regole e i tempi con la convinzione che indipendentemente da come sarebbe finito in quella comunità sei a casa e ci rimani con un unico forte obiettivo: rimanere uniti e forti per combattere il solo vero avversario che abbiamo, che è la destra”. Funaro quindi correrà per il Pd in un’alleanza che al momento non prevede Italia Viva, che potrebbe schierare Stefania Saccardi. E questo è uno dei brividi verso giugno 2024.

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Ultime notizie

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -