Questo il risultato dell’accordo tra l’assessore regionale all’istruzione e lavoro, Gianfranco Simoncini e il ministro per l’educazione tedesco Georg Wacker.

L’accordo fa parte del progetto “Sistema regionale di mobilità e di cooperazione transnazionale” che mira a favorire la mobilità di studenti, apprendisti, ricercatori e giovani imprenditori, per cui Simoncini ha previsto nel programma economico 2007-2013 lo stanziamento del 4% di risorse dal Fondo sociale europeo, una cifra pari a circa 27 milioni di euro.

Il progetto prevede anche la creazione di commissioni tecniche miste che studino le modalità operativi degli scambi, a partire dal problema dell’omogeneità dei percorsi formativi, dei titoli e delle qualifiche; ma anche la promozione di stage finalizzati alla formazione di insegnanti, alla collaborazione tra istituti di formazione, all’apprendimento delle lingue e altre azioni comuni in tema di formazione professionale.

«E’ uno strumento indispensabile per allargare gli orizzonti, abbattere le frontiere, ampliare le possibilità di crescita e le occasioni di lavoro per tutti» ha commentato Simoncini.

«Questi accordi – ha continuato l’assessore – costituiscono una tappa verso un progetto organico per la mobilità, al quale la Regione sta lavorando e che si pone l’obiettivo di stabilire percorsi di istruzione e formazione che definiscano figure precise e titoli riconosciuti in tutti i paesi europei».