venerdì, 3 Dicembre 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaScampati all'esecuzione, ora ricoverati in...

Scampati all’esecuzione, ora ricoverati in gravi condizioni

Tre i senegalesi feriti gravemente, dopo il doppio raid razzista in piazza Dalmazia e al mercato di San Lorenzo. Uno di loro rischia la paralisi.

-

Restano ricoverati in ospedale i tre senegalesi feriti ieri a Firenze da Gianluca Casseri nel doppio agguato in cui ha ucciso due loro connazionali. L’uomo si è poi suicidato nel parcheggio sotto al mercato centrale di San Lorenzo.

SITUAZIONE. Le condizioni dei tre sono stabili, ma rimangono gravi: sono in prognosi riservata e, secondo fonti sanitarie, non corrono imminente pericolo di vita. Moustapha Dieng, 34 anni, gravemente ferito nel primo agguato dentro l’affollato mercato di piazza Dalmazia, rischia di rimanere paralizzato. E’ stato colpito da due proiettili: uno lo ha preso di striscio, l’altro gli ha trapassato il torace, raggiungendo due vertebre dorsali.

AGGUATO. Gli altri due feriti sono stati aggrediti nella zona del mercato di San Lorenzo. Contro Sougou Mor, il killer ha esploso quattro colpi. Il ferito, per sfuggire all’esecuzione, si è difeso opponendo le sole braccia: uno dei proettili lo ha raggiunto al torace. Mbenghe Cheike, 42 anni, è stato colpito all’addome proprio di fonte al banco che gestisce regolarmente nel mercato di San Lorenzo.

VISITA IN OSPEDALE. Nel pomeriggio il ministro per la cooperazione internazionale e l’integrazione, Andrea Riccardi, si andrà all’ospedale di Careggi, per visitare, in forma privata, i feriti.

Le foto del doppio agguato: Spara ai senegalesi in piazza Dalmazia e San Lorenzo

Ultime notizie