sabato, 23 Ottobre 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaSchiaffi e pugni in strada...

Schiaffi e pugni in strada alla convivente incinta: arrestato un 41enne

Ad accorgersi di quanto stava accadendo sono stati quattro carabinieri che stavano cenando in una pizzeria. Il 41enne ha colpito anche uno di loro. Poi è stato portato a Sollicciano.

-

Arrestato dai carabinieri di Scandicci un 41enne per maltrattamenti in famiglia e resistenza a pubblico ufficiale.

LE URLA. Tutto è successo nella serata di ieri, quando quattro militari dell’arma in servizio alla Stazione Carabinieri di Scandicci, in quel momento liberi dal servizio, stavano cenando in una pizzeria. Verso le 21.30 hanno sentito delle grida provenire dalla strada: usciti dal locale per verificare cosa stesse accadendo, hanno visto un uomo che, in evidente stato di ubriachezza, colpiva ripetutamente con schiaffi e pugni una donna.

REAZIONE. I militari, dopo aver provveduto a mettere al sicuro la donna, hanno appreso che i due erano conviventi, residenti in un comune dell’aretino. Nel frattempo l’uomo continuava con le sue azioni violente, questa volta all’indirizzo dei carabinieri, colpendone uno all’avambraccio destro e provocandone delle lievi lesioni, e urlando a gran voce ogni tipo di insulto verso la donna e i militari. Sul posto, intanto, era arrivata anche una pattuglia del Radiomobile, che ha accompagnato in caserma sia l’uomo che la donna.

INCINTA. Qui i carabinieri, dopo aver constatato lo stato di gravidanza della donna, ne hanno raccolto la denuncia. Questa, ripercorrendo passo dopo passo la sua relazione con il compagno, ha raccontato le sue paure e le continue violenze fisiche e morali cui era sottoposta già dal 2011. In particolare, la donna ha raccontato il crescendo delle violenze subite e di non poterne più di quell’uomo dedito all’abuso di bevande alcoliche.

L’ARRESTO. L’uomo, identificato in F.F.G., 41enne di San Giovanni Val d’Arno, con alle spalle numerosi precedenti penali, sottoposto all’accertamento etilometrico, è risultato avere una percentuale di alcol nel sangue pari a 1,81 mg/l. E’ quindi stato tratto in arresto per i reati di maltrattamenti in famiglia, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale e, su disposizione del p.m. di turno, il dottor Ferrigno, portato nel carcere di Sollicciano.

Arrestato per stalking verso l’ex moglie: carabinieri chiamati dal figlio dei due

Ultime notizie