domenica, 2 Ottobre 2022
HomeSezioniCronaca & PoliticaSciopero: quasi 20mila in piazza...

Sciopero: quasi 20mila in piazza a Firenze, alta adesione / Foto e Video

Quasi 20mila persone hanno partecipato questa mattina al corteo organizzato per le strade di Firenze dalla Cgil. GUARDA LE IMMAGINI

-

Pubblicità

Quasi 20mila persone hanno partecipato  al corteo organizzato per le strade di Firenze dalla Cgil, che ha proclamato per lo sciopero generale. In Toscana il 73 per cento dei lavoratori dell’industria e del terziario ha aderito alla mobilitazione, secondo i dati resi noti dalla Cgil; nel pubblico impiego ha scioperato tra il 35 e il 40 per cento dei dipendenti.

LA PIAZZA. Il corteo, partito da piazza dei Cavalleggeri, ha attraversato il ”salotto buono” della città. In piazza sono scesi i lavoratori delle fabbriche storiche di Firenze, accanto ai dipendenti delle aziende in difficoltà e a tante donne. Al corteo ha partecipato il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi, il presidente della Provincia di Firenze Andrea Barducci e i sindaci dell’area fiorentina. C’erano anche Rosy Bindi, presidente del Pd e Cecilia Strada, figlia di Gino e presidente di Emergency. Grande assente invece il sindaco Renzi, che nei giorni scorsi ha criticato l’adesione allo sciopero del Pd.

Pubblicità

GRAMOLATI. “Questo non è un Paese di m…, questo è un grande Paese, con grandi lavoratori che sono la sua parte migliore – ha detto durante il comizio finale in piazza Santa Maria Novella, Alessio Gramolati, segretario della Cgil Toscana – un grande Paese merita una manovra migliore, e merita un governo che sappia dare una risposta migliore: continuiamo con la nostra lotta”.

{phocagallery view=category|categoryid=226|limitstart=0|limitcount=0}

Pubblicità

ROSSI. “Le ragioni per essere in piazza sono molteplici – ha detto Enrico Rossi – dai tagli al trasporto pubblico locale e alla sanità fino all’attacco ai diritti dei lavoratori. E poi in tutta la manovra mancano norme per la crescita e lo sviluppo. Occorre cambiare non solo la manovra ma anche il governo”.

NEL RESTO DELLA REGIONE. Dieci le manifestazioni organizzate in tutta la Toscana, con una partecipazione di decine di migliaia di persone, fa sapere la Cigl. Sempre secondo i dati del sindacato alla Nuovo Pignone di Firenze ha scioperato l’80 per cento dei lavoratori, l’85 per cento alla Lucchini di Piombino, il 95 per cento alla Sammontano di Empoli. Diecimila persone sono scese in piazza a Livorno, dove il sindaco Alessandro Cosimi è stato fischiato da alcune decine di manifestanti.  

Pubblicità

{youtube}vZAPl_YkMNE{/youtube}

Approfondisci la notizia:

E’ sciopero generale: a rischio bus e servizi

Cgil, dieci manifestazioni in Toscana

Pubblicità

Ultime notizie