L’ex scuola Ottone Rosai sarà abbattuta: i lavori per la sua demolizione sono iniziati stamani. L’edificio era occupato, fino al 5 gennaio, da circa 150 persone, che poi hanno cambiato “alloggio”. Oggi, le ruspe dell’impresa Di Duca Costruzioni, su coordinamento dei funzionari della direzione servizi tecnici del Comune di Firenze, hanno iniziato le operazioni di abbattimento dell’edificio.

Si tratta di strutture prefabbricate in acciaio e di pannelli metallici, parti in cemento armato e infissi, oltre a suppellettili presenti all’interno. I tecnici hanno fatto sapere che nella struttura non sono presenti coperture in amianto. A partire da domani entreranno in azione anche squadre del Quadrifoglio, che provvederanno allo smaltimento dei rifiuti. Le operazioni per la completa demolizione e rimozione dei detriti dureranno circa una settimana.

“Una volta ultimate le operazioni di demolizione – ha spiegato l’assessore al patrimonio Tea Albini – l’area sarà consegnata a Rete Ferroviaria Italiana per l’avvio dei lavori per la realizzazione della stazione dell’Alta Velocità“.