Funzione del dispositivo è infatti quella di rilevare le violazioni semaforiche. L’apparecchiatura, dopo un periodo di sperimentazione durato circa un mese, andrà ad aggiungersi a quelle già attive sino dal mese di agosto e febbraio, sistemate nel viale Guidoni-via Torre degli Agli, via Piagentina-via Arnolfo, via Doni-Toselli.

Il Comune ricorda che si tratta di apparecchio “digitale” con telecamera che, invece di scattare fotografie, registra il filmato vero e proprio dell’intera sequenza, composta da 30 fotogrammi. La sanzione prevista è di 143 euro con una decurtazione di sei punti sulla patente. In caso di infrazione con il vistared viene elevato automaticamente il verbale che arriva a casa del proprietario del veicolo.

Il passaggio con il rosso è una delle violazioni del codice della strada per cui vale la recidiva: ovvero se la persona cui viene elevato il verbale risulta essere già stato multato per lo stesso motivo negli ultimi due anni, scatta la sospensione della patente per un periodo da uno a tre mesi. Ulteriori apparecchiature “Vistared” verranno installate nei prossimi mesi.