lunedì, 27 Settembre 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaSeves, i lavoratori tentano di...

Seves, i lavoratori tentano di salire sulla Cupola del Duomo

Questa mattina, una settantina di lavoratori dell'azienda, in cassa integrazione, hanno tentato di salire sulla cupola del Brunelleschi per protesta. Dopo un breve sit-in sul sagrato del Duomo, gli operai sono arrivati nel cortile della Dogana di Palazzo Vecchio dove hanno incontrato il sindaco Renzi.

-

Settanta lavoratori della Seves in cassa integrazione hanno tentato stamani di salire sulla cupola del Brunelleschi del Duomo di Firenze per protesta. Dopo un breve sit-in sul sagrato del Duomo, i lavoratori sono arrivati nel cortile della Dogana di Palazzo Vecchio dove hanno incontrato il sindaco Renzi.

A portare la solidarietà dei lavoratori durante la protesta al Duomo è andata la presidente della commissione lavoro di Palazzo Vecchio Stefania Collesei (PD) . “Sono andata a portare per l’ennesima volta la solidarietà ai lavoratori della Seves,in presidio davanti al Duomo, ai quali la proprietà ha comunicato l’intenzione di voler ricorrere alla cassa integrazione straordinaria. In realtà – ha spiegato la Collesei- con questa comunicazione sono stati disattesi gli accordi del 15 giugno. Ritengo che gli istituti di credito che hanno acquisito il 45% delle azioni ella SEVES (Unicredit, SanPaolo e Paribas), debbano esercitare la loro influenza per il raggiungimento dell’unico obiettivo possibile per un’azienda sana: riprendere la produzione“.

La Seves è un’azienda fiorentina specializzata nella realizzazione di mattoni in vetro. Lo scorso 30 dicembre, hanno ricordato i manifestanti, Seves ha attivato la procedura di Cassa integrazione straordinaria, per 12 mesi, per 135 dipendenti su 163. Inoltre, attualmente sono 110 i lavoratori in cassa integrazione ordinaria che scadrà il 31gennaio. Al centro della protesta c’é anche la questione della costruzione del nuovo forno fusorio.

L’INCONTRO COL SINDACO. Il sindaco di Firenze Matteo Renzi ha poi incontrato i lavoratori della Seves all’ingresso di Palazzo Vecchio. Il sindaco ha ribadito ai lavoratori dell’azienda con sede a Castello il suo impegno e quello delle Istituzioni per risolvere la difficile vertenza, aperta ormai da mesi.

“Oggi stesso scriverò al presidente del Senato Renato Schifani – ha detto Renzi – e mercoledì, quando sarò a Roma per incontrare il presidente della Repubblica, informerò Napolitano della vicenda”. Per venerdì prossimo poi è previsto un nuovo incontro del sindaco con una delegazione di lavoratori.

Ultime notizie