mercoledì, 21 Ottobre 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Sgomberata l'area ''occupata'' dietro la...

Sgomberata l’area ”occupata” dietro la stazione Leopolda

Blitz all'alba della polizia nell'impianto ferroviario dismesso vicino ai cantieri del Parco della Musica, dove da tempo era stata segnalata una ''occupazione'' da parte di un folto gruppo di cittadini nordafricani. Sequestrato anche hashish destinato allo spaccio.

-

Blitz all’alba della polizia nella zona della stazione Leopolda.

LA SEGNALAZIONE. Qui, da tempo, era stato segnalato che un cospicuo numero di cittadini nordafricani, approfittando dell’isolamento in cui la zona versa a causa dei lavori per la costruzione del “Parco della Musica”, aveva occupato abusivamente l’area ex officina F.S. di Porta al Prato, facendo divenire l’impianto ferroviario dismesso (ancora formalmente di proprietà di Rete Ferroviaria Italiana) “un’enclave di illegalità e degrado eletto a rifugio da pregiudicati dediti allo spaccio di stupefacenti e a rapine a turisti nella città”, spiega la polizia.

GRAVI CONDIZIONI. I vari sopralluoghi effettuati in precedenza, oltre a confermare quanto segnalato, evidenziavano gravissime condizioni igienico-sanitarie, che –  a causa del clima torrido di questi giorni e vista la sua vicinanza – avrebbero potuto, a breve, interessare anche il nuovo quartiere residenziale sorto a ridosso dell’impianto in questione. 

IL BLITZ. Stamani alle prime luci dell’alba, sotto la direzione del Commissario Capo Maria Assunta Ghizzoni dell’UPGSP della Questura, personale dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, insieme a personale del Compartimento Polizia Ferroviaria per la Toscana e con l’ausilio del Reparto Mobile e del Reparto Cinofili di Bologna, ha fatto irruzione nell’area interessata rintracciando gli abusivi all’interno dei capannoni dismessi, ormai attrezzati come dimore.

DENUNCE. L’unità cinofila, in uno dei capannoni, ha sequestrato, nascoste all’interno di tubi, due stecche di hashish per un totale di 40 grammi. Il bilancio dell’ operazione è di  24 marocchini e tunisini denunciati per invasione di immobile in concorso, nonché – per 15 di loro – anche per la violazione delle norme che regolano il soggiorno dei cittadini extracomunitari sul territorio nazionale. Tutti sono stati messi a disposizioni dell’Ufficio immigrazione per le procedure di espulsione dal territorio nazionale, mentre R.F.I. è stata formalmente invitata a bonificare e mettere in sicurezza l’area.

Ultime notizie

Bonus computer 2020: 500 euro per pc e internet, come richiederlo

Un buono da 500 euro riservato ai redditi bassi per pc, tablet e connessione internet a banda larga: come funziona il bonus computer e quando arriva

Oggi il discorso di Conte sull’ultimo decreto, dove vederlo in diretta tv

Il presidente del Consiglio arriva al Senato e alla Camera per riferire sulle restrizioni previste dall'ultimo Dpcm di ottobre, intanto circolano ipotesi su un nuovo decreto. Ecco dove seguire l'intervento

Quando esce il nuovo Dpcm di ottobre: dagli spostamenti tra regioni al coprifuoco

C'è l'ipotesi di un nuovo decreto del presidente del Consiglio Conte sull'emergenza Covid: allo studio ulteriori restrizioni. Quando esce ed entra in vigore il terzo Dpcm di ottobre

La nuova giunta regionale toscana: gli assessori di Giani, i nomi

Il neo governatore Eugenio Giani annuncia gran parte della sua squadra: l'ottavo nome per la giunta arriverà tra pochi giorni. Eletto anche il presidente del Consiglio regionale