domenica, 24 Ottobre 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaSì ai matrimoni gay, li...

Sì ai matrimoni gay, li celebra l’assessore

L’assessore regionale Cristina Scaletti annuncia in un'intervista a gay.it che celebrerà l’unione tra coppie gay, lesbo e trans nella piazza di arrivo del Toscana Pride. Saranno dieci le coppie a sposarsi.

-

L’assessore regionale Cristina Scaletti annuncia che celebrerà l’unione tra coppie gay, lesbo e trans nella piazza di arrivo del Toscana Pride. Lo fa in un’intervista rilasciata al portale Gay.it.

L’INTERVISTA. Nell’intervista, l’assessore spiega che in occasione del primo Pride regionale che si terrà sabato a Viareggio celebrerà unioni simboliche fra coppie gay nella piazza di arrivo del corteo. “Ho anche la cittadinanza francese e quando ho votato per Hollande l’ho fatto anche perché promise in campagna elettorale – e ieri ha annunciato che manterrà la promessa – di dire sì ai matrimoni gay e alle adozioni”, afferma l’assessore a Gay.it. “Anche in Italia tutto il centrosinistra dovrebbe fare dei diritti civili e dei matrimoni gay un punto qualificante delle sue politiche. Invece sento che spesso si assumono posizioni politicamente arretrate. Fare un Pride serve anche a questo, a ricordare a tutti ‘senza se e senza ma’ quanto sia miserevole che in Italia manchi un clima di libertà per l’affettività delle persone”.

LA LEGGE. Un punto che lei stessa metterebbe in un suo ipotetico programma per le elezioni nazionali. E alla domanda del giornalista che le chiede se si candiderebbe per fare la presidente del Consiglio, risponde: “Mi piacerebbe, così proporrei subito una legge sui matrimoni gay e maggiori tutele dei diritti civili”. Si tratta della prima volta che un amministratore di livello regionale compie un simile passo. Fino ad oggi alcune iniziative sul territorio avevano trovato una sponda nei consiglieri comunali o nei sindaci. Cristina Scaletti sarà quindi il primo assessore di una giunta regionale a dare la sua bendizione alle coppie lgbt.

LE UNIONI. Saranno in tutto dieci le coppie protagoniste della cerimonia: quattro gay, quattro lesbiche, due con persone in transizione. Il palco è quello allestito sul carro del Comitato Toscana Pride e che si posizionerà in piazza Puccini, la piazza di arrivo del corteo.

L’evento. Arriva in Toscana il primo Gay Pride

Ultime notizie