mercoledì, 8 Dicembre 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaSorgane, la collina "rinasce"

Sorgane, la collina “rinasce”

Iniziati i lavori alla collina di Sorgane, che prevedono la realizzazione di nuovi percorsi di trekking con una nuova cartellonistica e una maggiore fruibilità del parco con una nuova entrata dal viale Benedetto Croce. L'intervento dovrebbe concludersi a metà marzo.

-

La collina di Sorgane si rifà dunque il look. I lavori (per cui è prevista una spesa di 72mila euro) sono iniziati lo scorso 16 febbraio e dovrebbero terminare entro un mese. Proseguiranno in collaborazione con il Comune di Bagno a Ripoli e Casa S.p.a., poiché la collina è di proprietà della società partecipata e, in gran parte, si trova nel territorio del Comune di Bagno a Ripoli.

“I lavori sono un vero e proprio «work in progress» che sarà implementato ed ulteriormente arricchito nel corso del tempo anche grazie alla collaborazione di alcune associazioni, fra cui il CAI che abbiamo contattato durante la fase di progettazione – ha sottolineato il presidente del Quartiere 3 Andrea Ceccarelli -. Con questi lavori termina il ciclo di interventi previsti, per questo mandato, nella zona di Sorgane. Molte le opere realizzate; mi limito a ricordare la nuova piazza Istria, lo spostamento del mercato giornaliero, la sistemazione del giardino di via Tagliamento, la realizzazione del nuovo parco di via Isonzo, la posa in opera della fibra ottica per consentire collegamenti telematici più veloci ed efficienti”.

La prima parte dei lavori prevede la pulizia dell’area di accoglienza, attualmente occupata da una macchia di arbusti spontanei e da rami. In seguito, oltre agli interventi già indicati, saranno eseguiti: smacchiatura e sistemazione dell’area di accoglienza con elementi di arredo urbano (tavoli pic-nic e cestini), recupero dei percorsi esistenti che conducono i visitatori sul crinale della collina con ripulitura dalle alberature cadute per mettere in sicurezza gli stessi percorsi, messa in sicurezza delle aree circostanti i sentieri grazie all’eliminazione di alberature pericolanti, consolidamento e ricostituzione di passaggi franati attraverso opere di ingegneria naturalistica, posa in opera di arredo urbano e di segnaletica lungo il percorso con particolare attenzione al punto di partenza e alla zona panoramica situata sulla sommità della collina.

Ultime notizie