Sembra funzionare il nuovo regolamento di polizia urbana, almeno per quanto riguarda la presenza di prostitute nei luoghi abitati. Dall’analisi dei verbali e dai controlli effettuati dalla polizia municipale, infatti, emerge che, allo stato attuale, nei luoghi abitati esercitano ormai solo 10-20 soggetti, che si alternano inl viale Guidoni, via di Novoli, via Forlanini, viale Redi, lungarno Moro e lungarno Dalla Chiesa. Nello scorso inverno monitoraggi dei vigili in città avevano riscontrato la presenza di circa 150 prostitute in strada ogni sera.

I controlli vanno avanti, e ieri hanno riguardato due ragazze che esibivano documenti di nazionalità rumena. Ma le due prostitute non hanno convinto la polizia municipale che, a seguito di approfonditi controlli, ha appurato che si trattava di ragazze di nazionalità moldava, quindi extracomunitarie. Le due prostitute, che esercitavano in viale Redi, sono state denunciate a piede libero per ricettazione e uso di atto falso e avviate in Questura per i provvedimenti inerenti al soggiorno.

La scorsa notte, inoltre, oltre alle consuete pattuglie che sanzionano le prostitute vicino alle abitazioni, ai sensi del nuovo regolamento di polizia urbana, sono stati predisposti controlli straordinari da parte del reparto antidegrado per verificare le esatte generalità di alcune prostitute che, nelle scorse settimane, avevano ricevuto diversi verbali a loro carico.

Dall’agosto scorso sono stati effettuati 169 verbali, e il comando ha deciso di analizzare i dati per scoprire situazioni di irregolarità tra gli interessati (di ambedue i sessi, in quanto sono stati sanzionati anche una decina di uomini, sia italiani che stranieri, che esercitavano il mestiere). E’ emerso un notevole ricambio tra i soggetti “di strada”, in quanto la maggior parte di loro ha ricevuto da 1 a 3 verbali, e nelle ultime settimane quasi tutti sono spariti. L’attenzione si è quindi focalizzata su una decina di prostitute che hanno ricevuto da 4 a 19 verbali, e che quasi ogni sera vengono avvistate in strada: le più sanzionate sono due uruguayane, che di norma esercitano in viale Guidoni.