martedì, 28 Maggio 2024
- Pubblicità -
HomeSezioniCronaca & PoliticaStrage dei Georgofili, una passeggiata...

Strage dei Georgofili, una passeggiata per non dimenticare

Nella notte di venerdì una camminata tra piazza dell'Isolotto e via dei Georgofili. L'iniziativa è promossa dal Quartiere 4 di Firenze

-

- Pubblicità -

Una camminata notturna da piazza dell’Isolotto fino al cuore di Firenze, con arrivo in via dei Georgofili, luogo dell’attentato mafioso di 30 anni fa. È la passeggiata organizzata dal Quartiere 4 proprio nella notte tra il 26 e il 27 maggio, quando ricorre l’anniversario della strage. Accanto a questa iniziativa, il Q4 promuove anche due spettacoli all’auditorium della scuola Barsanti (il 25 maggio alle 21.15 e il 29 maggio alle 10) per tenere vivo il ricordo della tragedia tra i più giovani. Alle 1.04 del 27 maggio 1993 una Fiat Fiorino imbottita con 277 chili di esplosivo ferì al cuore Firenze: 5 persone rimasero uccise, altre 40 ferite, mentre la Torre dei Pulci, sede dell’Accademia dei Georgofili, crollò e si registrarono gravi danni alla vicina Galleria degli Uffizi.

La camminata dall’Isolotto ai Georgofili

Il ritrovo della camminata è fissato alle ore 21.00 di venerdì 26 maggio 2023 in piazza dell’Isolotto con partenza alle 21.45 dopo gli interventi istituzionali. Alle 22.00 la prima tappa sul ponte della tramvia, sul lato delle Cascine, mentre l’arrivo davanti alla sede dell’Accademia dei Georgofili è prevista alle ore 22.30. Qui si svolgerà una breve cerimonia con il presidente del Q4 Mirko Dormentoni e Teresa Fiume, sorella di Angela, vittima di mafia. L’evento è promosso in collaborazione con i volontari del Gruppo Sportivo Le Torri, Libera Toscana e Humanitas Firenze. Per il ritorno all’Isolotto l’ultima corsa della tramvia è alle ore 1.41, ma sarà presente anche un mezzo di trasporto di Humanitas Firenze.

- Pubblicità -

“Dalla Strage dei Georgofili del maggio del 1993 sono passati trent’anni, ma quanti di noi ancora ricordano con viva angoscia quel boato che squassò Firenze distruggendo vite umane e un immobile storico? Tanti, sicuramente tanti. Io me lo rammento bene. – commenta il presidente del Quartiere 4 Mirko Dormentoni –  Ecco, oggi dobbiamo far rivivere forte e chiara la memoria di quegli eventi, di quella strategia terroristica, mafiosa, vigliacca, assassina e collusa, affinché fatti del genere non si ripetano”.

Gli altri eventi

Per tenere viva la memoria sono due gli spettacoli che andranno in scena nell’auditorium della scuola secondaria Barsanti, in via Lunga 94. Giovedì 25 maggio, alle 21.15, la rappresentazione “Una storia sbagliata. Ragione di Stato o Stato di ragione”, scritto e ideato da Mauro Monni, la storia della trattativa che ha sconfessato le morti di Falcone e Borsellino (ingresso libero). Lunedì 29 maggio, alle 10, è in programma “La classe dei banchi vuoti”, spettacolo ispirato al libro di Luigi Ciotti e Sonia Maria Luce Possentini.

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Ultime notizie

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -