giovedì, 13 Maggio 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaSugli scuolabus arriva la pubblicità:...

Sugli scuolabus arriva la pubblicità: ”E’ per pagarne la manutenzione”

La singolare iniziativa entrerà in vigore nei prossimi mesi nel comune di Scandicci. L'assessore alla pubblica istruzione Sandro Fallani: ''E' una soluzione creativa me è l’unico modo che abbiamo per far fronte ai tagli del Governo e poter garantire il servizio''.

-

Pubblicità sugli scuolabus per pagarne la manutenzione: la singolare iniziativa arriva da Scandicci.

L’IDEA. “Metteremo la pubblicità sugli scuolabus per poterne pagare la manutenzione: è una soluzione creativa ma è l’unico modo che abbiamo per far fronte ai tagli del Governo e poter così garantire il servizio”. Sandro Fallani, assessore alla Pubblica istruzione, spiega così la novità che dai prossimi mesi interesserà i pulmini del Comune, utilizzati in prevalenza dai bambini delle scuole materne. La Giunta comunale ha già approvato la soluzione: a breve sarà indetta la gara per individuare l’agenzia che gestirà gli spazi sulla carrozzeria degli scuolabus. “Le pubblicità dovranno essere rispettose dei diritti dei bambini e seguire un decalogo del Comune, che pubblicheremo con il bando di gara – dice Fallani – l’Amministrazione comunale in ogni caso avrà l’ultima parola sulle inserzioni”.

MANUTENZIONE. L’ipotesi studiata è quella di riservare alla pubblicità spazi di 194 centimetri per 157, sui lati posteriori della carrozzeria di tre dei cinque scuolabus in possesso dell’Amministrazione comunale. Sotto all’inserzione una scritta specificherà così: “Questa pubblicità è finalizzata a coprire i costi di manutenzione degli scuolabus”. In base ad una prima indagine conoscitiva effettuata dagli uffici del Comune, questa soluzione potrebbe garantire la totale copertura dei costi di manutenzione dei cinque mezzi per il trasporto degli alunni, che nel 2010 sono risultati pari a 9.800 euro.

IL SERVIZIO. Con l’approvazione dell’atto, la Giunta comunale ha deliberato “di avviare una sperimentazione per la valorizzazione commerciale degli spazi esterni degli scuolabus” e “di investire il ricavato di questa operazione commerciale nella manutenzione degli scuolabus”. I pulmini del Comune di Scandicci sono utilizzati da circa cento bambini delle scuole d’infanzia oltre che da dodici alunni delle primarie che abitano in zone collinari non coperte dal trasporto pubblico; gli altri alunni e gli studenti delle scuole primarie usufruiscono invece di linee speciali del trasporto pubblico locale, sulle quali è garantito un servizio di accompagnamento effettuato da associazioni del territorio.

Ultime notizie