lunedì, 24 Giugno 2024
- Pubblicità -
HomeSezioniCronaca & PoliticaTav, la stazione "si sposta"...

Tav, la stazione “si sposta” di nuovo

Stazione dell'Alta velocità, dopo gli ex Macelli, Campo di Marte e Castello, spunta una nuova ipotesi per la collocazione della nuova stazione dedicata ai treni superveloci: tra la Fortezza e Santa Maria Novella. “Abbiamo chiesto una verifica tecnica” ha annunciato il presidente della Regione Claudio Martini.

-

- Pubblicità -

La proposta, avanzata dal sindaco di Firenze Matteo Renzi, prevede una “fermata” sotto lo scalo di Santa Maria Novella, ma non una stazione sotterranea. “Diciamo sì al sottoattraversamento, ma pensiamo che il progetto attuale presenti oggettive difficoltà che lo rendono difficile da realizzare. Proponiamo quindi di fare non tanto una stazione ma una semplice fermata sotterranea, collegata con la stazione di Santa Maria Novella e con il polo espositivo della Fortezza da Basso”, ha spiegato Renzi.

“Abbiamo chiesto una verifica tecnica”, ha detto il presidente della Regione Claudio Martini.

- Pubblicità -

Sulla questione, ieri si è tenuto un tavolo istituzionale che ha riunito Comune di Firenze, Regione, Provincia e i sindaci dell’hinterland fiorentino. Al centro del dibattito la proposta formulata dal sindaco fiorentino diretta a modificare il percorso della Tav, spostando appunto la stazione sotterranea.

“Si stanno studiando delle ipotesi sulla stazione, alternative ai Macelli, come ha chiesto il sindaco di Firenze – ha spiegato il presidente della Regione Claudio Martini, alla fine dell’incontro -. Da colloqui degli ultimi giorni ai quali abbiamo partecipato anche noi è emersa una nuova ipotesi, quella di realizzare la nuova stazione tra la Fortezza e la stazione di Santa Maria Novella, il che non modificherebbe il tracciato e semplificherebbe i lavori e anche la connessione. Su questo – ha aggiunto – abbiamo concordato di andare rapidamente ad una verifica tecnica con Ferrovie dello Stato sulla sua fattibilità, che penso avremo nel giro di 2 settimane”.

- Pubblicità -

A questo punto anche il progetto firmato dall’architetto Norman Foster è in bilico.

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Ultime notizie

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -